Le parole di Mihajlovic per la sfida all’Hellas Verona

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

le parole di Mihajlovic

Neanche il tempo di digerire la sonora sconfitta contro il Napoli che subito si ricomincia, da una parte è un’ottima cosa per dimostrare che la squadra c’è ancora, ed ecco le parole di Mihajlovic nella consueta conferenza stampa che precede la sfida contro l’Hellas Verona.

Il mister di Vukovar comincia partendo dalla brutta partita fatta dai suoi ragazzi contro il Napoli: “Non dobbiamo ripetere gli errori fatti a Napoli, dove abbiamo preso 22 tiri in porta. Dobbiamo fare come i tennisti, non concentrarci sul punto perduto, ma su quello che verrà e che bisogna fare“.

Ora testa all’Hellas Verona, che dà subito un’opportunità di riscatto per la Sampdoria. “Siamo più forti – prosegue il tecnico doriano -, siamo in casa e dobbiamo vincere. Loro hanno ottenuto la salvezza, mentre noi dobbiamo raggiungere il nostro obiettivo.” Mihajlovic parla della condizione dei suoi: “Ultimamente non ci siamo espressi ai livelli abituali, ma, come dissi all’inizio, i perdenti trovano sempre delle scuse e i vincenti trovano una strada. E i miei giocatori cercano la strada giusta. Non penso ci siano bisogno di motivazioni precise, la classifica da sola motiva”. “Rispetto all’ultima gara faremo dei cambi – annuncia il serbo -, anche perché in pochi dei nostri riescono a reggere tre gare in una settimana. Acquah? Potrebbe giocare, così gli altri che avrò a disposizione. Questa è una chance per tutti: i giocatori qui a Bogliasco si sono sempre allenati tutti molto bene. Se l’assenza di Eder peserà? Spero il meno possibile. Mi dispiace per noi e per lui”. Si parla dell’infortunio di Eder e sui pochi gol di Okaka. “Muriel deve responsabilizzarsi da solo. Deve crescere nell’interpretare la partita e nel modo di giocare, senza prendersi così tante pause. Ha potenzialità enormi, potrebbe fare gol ogni volta che scende in campo. Noi abbiamo piena fiducia in lui e stiamo lavorando per farlo crescere. Okaka non segna? Qualche occasione l’ha avuta, fa un grande lavoro là davanti, ma deve migliorare.” Migliorare come tutta la squadra, perché quella vista in campo contro il Napoli non è la Sampdoria ammirata fino a questo momento. L’obiettivo è lì, l’Europa non può fallire.

  •   
  •  
  •  
  •