OkTAGON 2015, trionfo per i Fratelli D’ Italia Petrosyan

Pubblicato il autore: Guido Baroni Segui

Assago Al  Filaforum di Milano grande successo di pubblico e  spettacolo  in questa ventesima  edizione di Oktagon 2015, evento a livello mondiale di sport da combattimento. Grande battaglia e adrenalina nei mach e combattimenti che hanno coinvolto tutti i presenti, con l’entusiasmo salito alle stelle per la vittoria dei Fratelli D’Italia Giorgio e Armen Petrosyan vincitori nei due scontri più importanti della serata. Armen Petrosyan  ha mantenuto suo il titolo di  Campione Mondiale ISKA dei 70 kg barrendo ai punti il giapponese Yasuhiro Kido in una gara molto tirata in 5 riprese. Per Giorgio, ritornato qui nel suo Forum dopo due anni, parte dei quali fatti a riprendersi dall’infortunio alla mano, un  grande rientro, sconfiggendo il bravo tedesco Enriko Kehl nel superfight finale dei 70 kg.                                                                                           Primo posto della Thainlandia nell’edizione 2015 di “Made In Thailand”,  tradizionale  appuntamento con la muay thai tra la rappresentativa italiana e quella siamese, inoltre bella l’emozionante gara d’addio della grande leggenda di questo sport Sak Kaoponlek che ha disputato il suo ultimo match, chiudendo qui la sua straordinaria avventura da combattente, sconfiggendo ai punti il bulgaro Dimitri Varats.  In questa serata ad Assago si è partiti con gli incontri di savate (boxe francese), in cui sono stati dai i due titoli italiani categorie 65 e 70 kg, nei welter ha vinto il romano Simone Del Vecchio che si è imposto a Simone Rolla, nei pesi medi ha vinto  il capriolese Enrico Piensi,  ai punti su  Fabio D Marco.                                                                                                          Nel proseguio ci sono state le finali delle selezioni di Oktagon, in cui c’è stata una spettacolare gara femminile tra Gloria Peritore e Marzia Vadalà nei 57 Kg., vinta ai  punti dalla Peritore  dopo 3  riprese. Nell’incontro a riguardo i 65 kg Silviu Cosmin Podariu ha sconfitto Antonio Campagna, nei 76 kg Mustapha Haida ha vinto su Pasquale Mangini al termine di 3 round emozionanti e avvincenti. Per vedere il primo ko si è dovuto attendere l’ultimo match delle selezioni dove  negli 85 kg. ha visto il gigante rumeno Alexandru Negrea mettere al tappeto alla prima ripresa l’albanese Erion Kushi.                                 Alle 20,00 si è arrivati nel vedere il grande show “Made In Thailand” la tradizionale sfida tra Thainlandia e Italia, nella prima partita la squadra siamese va su grazie alla vittoria ai punti di Seang Athit su Andrea Arduini, duplicando successivamente con Bronson Klinmee che ha avuto la meglio su Filippo Arduini nei 70 Kg, ottenendo poi il punto decisivo grazie al successo di Karim Ghaji su Fabio Siciliani nei 75,5 kg.                                                                 Molto bello anche il match di fine carriera di Sak Kaoponlek, leggenda vivente della disciplina e beniamino del pubblico milanese, che ha battuto ai punti con verdetto unanime il bulgaro Dimitri Varats, e dopo il match ci ha detto: “Sono felice mi sono congedato dal ring nel migliore dei modi, e l’essere stato sostenuto a gran voce da tutto il Forum mi ha molto emozionato e commosso”. A concludere il tutto c’è stata la stupenda parte finale di Oktagon, con le Venum Victory World Series. Il nuovissimo slam di k1 ha visto trionfare il ceco Michal Krcmar nella finale dei 72 kg. I due vincitori hanno staccato il pass per la finalissima delle Venum Victory World Series in programma a Parigi il prossimo 5 Dicembre.                                                                                     Pubblico in delirio per i due superfight dei fratelli Petrosyan. Armen per primo, presentatosi da detentore del titolo mondiale ISKA dei 70 kg, si è riconfermato campione contro il giapponese Yasuhiro Kido in un match durissimo conquistato ai punti.                                                                                     La gara finale  ha visto Giorgio Petrosyan contro il tedesco Enriko Kehl nei 70 kg.: un match a viso aperto di grande intensità e spettacolo, deciso ai punti in favore dell’ “azzurro”, con il pubblico che ha scaricato in una grande festa l’entusiasmo e gli applausi sui due grandi azzurri. Da ricordare che la ventesima edizione di Oktagon sarà trasmessa integralmente Sabato 25 Aprile alle 23:00 su DMAX, da quest’ anno broadcaster ufficiale della manifestazione, visibile sulle frequenze del canale 52 del digitale terrestre, su Sky ai canali 136 e 137 e su TivùSat al canale 28.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, Zidane: "Con l'Inter sarà una finale"

 

 

  •   
  •  
  •  
  •