Rientro Giuseppe Rossi, il calvario non è finito: impossibile rivederlo in campo in questa stagione?

Pubblicato il autore: Federica Sala Segui

Rientro Giuseppe Rossi

Rientro Giuseppe Rossi, quando è previsto? Una domanda che tutti gli amanti del calcio continuano a porsi, e per la quale una risposta certa ancora non esiste. Il 23 marzo il calvario dell’attaccante italiano sembrava a un passo dalla fine: il report medico parlava infatti di due settimane. Solo quindici giorni prima del tanto atteso ritorno del centravanti viola, che pareva aver fatto capire ancora una volta a quel suo ginocchio maledetto chi dei due comanda. A distanza di un mese però, la Fiorentina non ha ancora riabbracciato Pepito e la speranza di rivederlo presto in campo si è trasformata in mera illusione.
L’infortunio – Lo scorso 14 agosto, nel corso di un tradizionale allenamento, il ginocchio di Rossi è andato in iperestensione, provocando problemi all’articolazione e al menisco. Inizialmente l’infortunio era sembrato meno grave del previsto e i tempi di recupero si aggiravano intorno alle 5 settimane. I primi di settembre però, ecco arrivare una nuova, pesantissima tegola: il ginocchio non stava rispondendo come i medici aveva immaginato e l’attaccante viola doveva subire una nuova operazione. Di fronte all’ennesimo lungo stop, Pepito non ha gettato la spugna, ricominciando così quel percorso che gli è ingiustamente troppo familiare: sala operatoria, fisioterapia e tantissima fatica, per tornare a inseguire al più presto un sogno che già tante volte ha rischiato di sfuggirgli per sempre. Da quel giorno sono passati sette mesi, nei quali Rossi non ha potuto far altro che osservare dalla tribuna i compagni lottare per il terzo posto in campionato, la Coppa Italia e l’Europa League, senza poter dare il proprio contributo. A marzo l’attesa sembrava destinata a finire in breve tempo: Rossi affermava infatti di sentirsi bene e di essere in procinto di tornare in campo. Ma cosa è successo poi?
Rientro Giuseppe Rossi: la fine delle illusioni – Nelle ultime ore una voce si è sparsa sempre con maggiore insistenza: la stagione di Pepito è finita. O meglio, non è mai iniziata e mai lo farà. L’aumento dell’intensità negli allenamenti ha infatti provocato una serie di affaticamenti muscolari, che hanno costretto lo staff medico della Fiorentina ad allungare i tempi di rientro: Rossi continuerà ad allenarsi allo stesso modo fino a fine stagione, e l’obiettivo è diventato quello di riavere l’attaccante disponibile per luglio, quando la formazione viola effettuerà la preparazione estiva a Moena.
Ma Pepito non si arrende: c’è un numero 22, stampato su una maglia viola e mai indossato, che aspetta con pazienza di apparire il più in alto possibile nella classifica dei marcatori 2015/2016.

  •   
  •  
  •  
  •