Risultati Europa League: Napoli e Fiorentina in semifinale, ok Siviglia e Dnipro

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

risultati Europa LeagueI risultati Europa League sorridono alle italiane. Sia Napoli che Fiorentina passano alle semifinali della manifestazione europea e ora attendono l’esito di domani delle urne di Nyon per scoprire il prossimo avversario sulla strada verso Varsavia. Insieme alle due italiane, si qualificano anche Siviglia e Dnipro.

Napoli-Wolfsburg 2-2: primo tempo di sofferenza al San Paolo per i partenopei, con i tedeschi che tentano il tutto per tutto prima di arrendersi. Ci provano a ripetizione Perisic, Caligiuri, Arnold e soprattutto Bendtner, ma dove non arriva Andujar (migliore in campo del Napoli nel primo tempo), arriva la mira imprecisa degli avanti del Wolfsburg. Primo lampo azzurro al 43′ con Higuain, ma il sinistro a volo su cross di Ghoulam finisce a lato. Nella ripresa tutt’altra musica: i tedeschi non ci credono più, il Napoli ha un altro volto. Mertens si illumina: prima va vicino alla rete personale, poi da una sua ripartenza Higuain serve a Callejon (50′) l’assist che lo spagnolo trasforma in oro. Tiro deviato da Rodriguez che beffa Benaglio e porta gli azzurri in vantaggio. A seguire ci riprova ancora Callejon, poi Higuain, alla caccia del gol che lo porterebbe in vetta nella classifica dei capocannonieri in Europa League, ma è Mertens a trovare la via della rete, al 65′, proprio su assist del pipita. Il Napoli si rilassa, il Wolfsburg torna a spingere. In due minuti, dal 70′ al 72′, con due gol di testa, Klose e Perisic fanno 2-2. Napoli in semifinale di Europa League dopo 26 anni, dal lontano 1989, quando Maradona trascino la squadra a vincere l’allora Coppa Europa nella famosa finale di Stoccarda.

Fiorentina-Dinamo Kiev 2-0: passa in semifinale anche la squadra di Montella. La Fiorentina non si accontenta dell’1-1 dell’andata, che basterebbe alla Viola per qualificarsi, e dopo solo cinque minuti sarebbe già in vantaggio, ma l’arbitro annulla la rete di Gomez per fuorigioco. I ragazzi di Montella non si perdono d’animo e continuano a spingere, gli ucraini sono spettatori non paganti in campo. Salah guadagna un calcio d’angolo, dagli sviluppi arriva la traversa di Alonso. Fioccano le occasioni per i gigliati, ma solo al 42′, due minuti dopo l’espulsione di Lens per doppio giallo, arriva la rete della tranquillità: tiro cross di Joaquin, intervento non perfetto di Gomez, ma la deviazione del tedesco basta per beffare il 40enne portiere della Dinamo, Shovkovskiy, ed è 1-0. Nella ripresa, in 11 contro 10, la Viola non molla la preda e continua a spingere, ma il gol del raddoppio sembra non arrivare quasi mai. Nel finale Gonzalo Rodriguez rischia l’autorete che saprebbe di beffa, ma prima del triplice fischio finale Vargas, con una splendida progressione solitaria, mette dentro la rete del 2-0. La Fiorentina può sorridere: è in semifinale.

Zenit-Siviglia 2-2: partita emozionante a San Pietroburgo. Passa in vantaggio la squadra di Emery con Bacca, che al 6′ trasforma il rigore concesso da Rizzoli per fallo di Neto. I russi però reagiscono e tentano più volte di raddrizzare la partita. Ci prova Danny due volte, ma prima Beto, poi il palo, al 46′, gli negano la gioia del gol. Nella ripresa però Villas Boas vede la qualificazione possibile. Papera di Beto, Rondon non sbaglia: al 48′ è 1-1. Il Siviglia arretra, impaurito, lo Zenit continua a spingere e a ricercare la rete che pareggerebbe il 2 a 1 dell’andata. Al 72′ gli sforzi dei russi sono premiati: siluro dalla distanza di Hulk, Beto è battuto. Ma i supplementari sfumano all’86’: Gameiro sfrutta una disattenzione della difesa dello Zenit e regala la semifinale agli spagnoli.

Dnipro-Brugge 1-0: ucraini vincono 1-0 con un gol di Shakov all’82’ che, con un tiro dal limite deviato da un difensore dei belgi, spiazza l’estremo difensore di Prod’homme e lancia nella storia il Dnipro, per la prima volta in semifinale in una competizione europea.

  •   
  •  
  •  
  •