Anche l’ultima asta per l’acquisizione del Parma va deserta

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

acquisizione del Parma

Doveva essere il giorno della svolta e invece anche l’ultima asta per l’acquisizione del Parma è andata deserta. A mezzogiorno era la scadenza ultima per presentare presso l’ufficio del notaio Giulio Almansi e come comunicato dalla società gialloblu non è pervenuta nessuna offerta. Si legge nella nota sul sito ufficiale del Parma: “I curatori fallimentari del Parma FC S.p.A., dott. Angelo Anedda e dott. Alberto Guiotto, comunicano che alle ore 12.00 di oggi 28 maggio 2015 nessuna offerta vincolante per l’acquisto è stata consegnata al notaio Giulio Almansi, designato dal Giudice Delegato dott. Pietro Rogato a sovrintendere alle operazioni di vendita competitiva dell’azienda sportiva del Parma FC. Già nelle prossime ore i curatori si confronteranno con il Comitato dei Creditori e con il Giudice Delegato per le necessarie decisioni sul futuro dell’azienda sportiva e per l’eventuale prosecuzione dell’esercizio provvisorio.” Anche se sembra la fine ancora nulla è perduto, i curatori potrebbero decidere di procedere con ulteriori aste o con trattative private con chi ha dimostrato interesse, il tempo stringe e la paura di cominciare dalla Serie D si fa sempre imminente. Il lieve ottimismo dei giorni scorsi non è servito, forse ancora alta la cifra dei debiti, si gira ancora intorno ai 20/30 milioni di euro, da pagare non ha avvicinato nessuno per l’acquisto del Parma, neanche la decisione da parte di uno dei calciatori che sembrava non volesse accettare l’offerta di rinunciare a parte degli arretrati, si tratta di Marchionni, ha deciso di accettare la proposta di Alessandro Melli, come dichiarato in un’intervista lo stesso giocatore, attualmente alla Sampdoria. “La cosa mi aveva dato parecchio fastidio: in pratica sembrava che la colpa del fallimento fosse mia o di qualche altro giocatore che non voleva firmare. Stava diventando una vera e propria alterazione della verità e pure una manipolazione mediatica. Non è affatto bello passare per un tipo di persona diverso da quello che sono. Certi giudizi sparati a vuoto mi han proprio fatto arrabbiare. Voglio dire ai miei tifosi che se sono qui a fare questo gesto è perché sono ben diverso da quello che vi hanno fatto credere. E che io ci sono per voi e per una squadra che per me ha fatto tanto.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: