Calcioscommesse, la posizione di Antonio Conte è molto delicata

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

antonio conte italia
Il presidente dell’associazione italiana calciatori Damiano Tommasi ha dichiarato che la posizione di Antonio Conte riguardo all’inchiesta sul calcio scommesse è molto delicata. “E’ un argomento molto, molto delicato, il procedimento è ancora in corso e riguarda un tesserato già sanzionato. In questi mesi il diretto interessato avrà avuto modo di valutare la propria situazione”.

Il c.t. della Nazionale di calcio avrebbe intenzione di lasciare il suo incarico nel caso in cui l’inchiesta di Cremona sulla vicenda del calcio scommesse venisse rinviata a giudizio. Il titolare dell’inchiesta, procuratore Roberto di Martino, ha avviato l’inchiesta in seguito alle presunte partite truccate Novara-Siena e Albinoleffe-Siena quando Antonio Conte era l’allenatore del Siena.

Nel maggio 2012, in seguito alle dichiarazioni del calciatore Filippo Carobbio, Antonio Conte è stato iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva. Il 28 maggio il giudice per le indagini preliminari ha disposto la perquisizione dell’abitazione di Conte e a febbraio 2013 l’accusa è stata cambiata in frode sportiva.

Antonio Conte ha ricevuto anche altre accuse riguardo al calcio scommesse ed è evidentemente molto provato ed esasperato dal continuo assedio dei media, tanto da dichiarare che se i procedimenti a suo carico non verranno archiviati lascerà il ruolo di allenatore della Nazionale italiana di calcio.

Gli avvocati di Antonio Conte Francesco Arata e Leonardo Cammarata hanno presentato in procura un documento di otto pagine in cui cercano di convincere il pm ad archiviare l’inchiesta.

  •   
  •  
  •  
  •