Derby Torino: Due pesi due misure. I dubbi

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

Torino-curva-maratona

Le prime conseguenze del derby e della follia di domenica pomeriggio arrivano dall’Osservatorio sulle manifestazioni sportive del Viminale.

La gara di campionato del prossimo 6 maggio fra il Torino e Empoli verrà giocata alla presenza dei soli tifosi abbonati. Niente biglietti in vendita, dunque.

LE MOTIVAZIONI CONTRO IL TORINO: L’Osservatorio ha deciso di condannare “i reiterati tentativi di aggressione, da parte dei supporter del Torino, alla tifoseria ospite, nonché il generalizzato assalto al pullman della squadra bianconera ad opera di non pochi facinorosi, ma di migliaia di supporter granata appositamente radunatisi sull’itinerario di arrivo allo stadio della Juventus”

LE MOTIVAZIONI CONTRO LA JUVENTUS: L’Osservatorio ha ufficialmente vietato la trasferta di sabato a Genova per la gara con la Sampdoria per “ i tentativi di aggressione, prima e durante il derby, alla tifoseria rivale e per il continuo utilizzo di materiale esplodente pericoloso all’interno dello stadio”

LA CONDANNA: Il Giudice Sportivo dott. Gianpaolo Tosel, assistito da Stefania Ginesio e dal Rappresentante dell’A.I.A. Eugenio Tenneriello, nel corso della riunione del 30 aprile 2015, ha assunto la decisione in merito alla chiusura della Curva Sud dello Juventus Stadium, in seguito agli episodi avvenuti nel derby di domenica scorsa. Il settore degli ultrà bianconeri rimarrà chiuso per due giornate causa della bomba carta esplosa nel settore del Torino. Gara Soc. TORINO – Soc. JUVENTUS del 26 aprile 2016

DUE PESI DUE MISURE – QUESTO SI STANNO CHIEDENDO I TIFOSI: significa comportarsi in modo diverso nei confronti di situazioni “diverse” in cui invece si è “punito” il lancio di una bomba carta, dove le conseguenze potevano essere certamente maggiori, paragonando l’aggressione al pullman della Juventus, al lancio di un ordigno dove sono state ferite almeno 10 persone. Due situazioni completamente diverse. Esempio: due tifoserie commettono lo stesso reato, violenza, una viene giudicata meno severamente dell’altra, perché ad esempio è più grave dell’altra, o è “potente”!

COME SEMPRE IN QUESTI CASI ARRIVA IL RICORSO: Con un lungo comunicato pubblicato sul proprio sito web, la Juve ha annunciato di voler proporre ricorso contro la decisione del giudice sportivo Gianpaolo Tosel, in seguito alla bomba carta esplosa nel derby con il Toro. La Juventus, però, fa prima una promessa: “Juventus ribadisce la sua ferma e completa condanna di ogni gesto di violenza commesso all’interno e al di fuori degli stadi, come già pubblicamente affermato nel comunicato di domenica 26 aprile”. Dopodiché, si passa alla decisione: “La società, tuttavia, desidera far rilevare le enormi incongruenze che hanno portato alle decisioni odierne del giudice sportivo”.

  •   
  •  
  •  
  •