Ferrero tranquillizza i tifosi, intanto Mihajlovic fa riposare la squadra

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

Ferrero tranquillizza i tifosi

Ogni volta che il presidente della Sampdoria viene intervistato è sempre uno show, e lo è stato anche martedì, quando ha presenziato al memorial “Currò”, Ferrero tranquillizza i tifosi, soprattutto per quanto riguarda la licenza Uefa. “Se l’anno scorso il Torino è andato nella nostra stessa situazione, perché non dovrei andare io? I tifosi devono stare sereni e godersi l’ultima giornata del campionato insieme con la squadra. Sono zero preoccupato.” Ferrero si riferisce alle voci in cui la Sampdoria rischierebbe la licenza in quanto in passato è stata coinvolta nel calcio scommesse, quando ha patteggiato un punto di penalizzazione per il caso Guberti. Ferrero ha escluso la presentazione di un memoriale a sfavore dei cugini. “Io guardo il giardino di casa mia, non do mai fastidio agli altri. Faccio giudicare i palazzi, ma il calcio si fa sui campi. Se il Genoa merita ben venga. E avrei detto la stessa cosa si fosse trattato di Inter, Milan, Roma o di qualsiasi altra squadra. Mi spiace per i tifosi ma non si fa il calcio a colpi di carte bollate: se Preziosi ha avuto delle vicissitudini se le vedrà lui, io non faccio nessun ricorso. Gli auguro comunque di risolvere i suoi problemi.” Quando gli chiedono delle ultime prestazioni della sua Sampdoria. “Ho capito che forse voi esperti avete ragione. Il calcio è episodico, ma il campionato l’ho vinto. L’anno scorso la Samp ha chiuso a 44 punti, noi chiuderemo sopra i 50, quindi abbiamo fatto passi avanti. Brucia essere usciti dall’Europa League? C’è ancora una partita, certo col quinto posto sarebbe stato tutto più semplice…” Tutta la sua simpatia e la sua schiettezza arriva quando gli chiedono di fare un bilancio sulla prima stagione in blucerchiato. “I bilanci li fanno i commercialisti. Io sono molto felice. Poi c’è una canzone che fa Si può dare di più, ma chi si accontenta non gode. Do alla Sampdoria un bel 10. Rimpianti? I rimpianti li hanno i signori che vanno in pensione perché non hanno più niente da fare. Io di cose da fare ne ho ancora tante.”

Intanto l’allenamento previsto per il pomeriggio di mercoledì è stato annullato a sorpresa dal mister Mihajlovic, che continua con questa formula, regalando un giorno di riposo alla sua squadra in vista della sfida di domenica a Marassi contro il Parma. Sfida che chiude la stagione. Alla Sampdoria manca un punto per raggiungere il settimo posto, che potrebbe essere valido per la qualificazione ai prossimi preliminari di Europa League, aspettando venerdì la decisione del Coni che si pronuncerà sulla licenza del Genoa.

  •   
  •  
  •  
  •