Inter a due facce a Genoa

Pubblicato il autore: Piero Giannoni Segui

SCONFITTA PESANTE IN CHIAVE EUROPEA LA SQUADRA DI MANCINI CHE VA DUE VOLTE IN VANTAGGIO MA NON LO SFRUTTA. IL GENOA RINGRAZIA E VOLA IN EUROPA CON KUCKA
Nell’anticipo della penultima giornata di Serie A si affrontano allo stadio Luigi Ferraris di Genova Genoa- Inter entrambe le squadre a caccia di punti preziosi per la conquista della qualificazione in EL, compagine nerazzurra costretta a fare a meno dell’infortunato Vidic difesa composta dunque da Ranocchia juan jesus Nagatomo d’Ambriosio a centrocampo Mancini rivede Hernanes (dopo la squalifica subita nell’ultimo turno di campionato) quest’ultimo affiancato dal trio Brozovic Kovacic Medel, coppia d’attacco formata da Icardi e Palacio.
Tra le fila genoane indisponibili invece Niang e Borriello ma recuperato Perotti 3-5-2 per Gasperini con Kucka interno di centrocampo e Tino Costa in cabina di regia, ma piani modificati da subito per il Genoa che perde l’argentino per infortunio, dunque tridente offensivo composto da Lestienne Pavoletti e Falque con successivo cambio di modulo al 3-4-3
Genoani da subito pericolosissimi con Lestienne che per ben due volte si vede sventare due palle gol clamorose da due prodezze di Handanovic con il belga in entrambe le circostanze quasi a colpo sicuro, ma al minuto 19 passano in vantaggio gli ospiti con Icardi abile a sfruttare un’incertezza di Perin sul cross di Hernanes con l’attaccante nerazzurro che segna così la ventesima marcatura stagionale, l’esultanza però è di breve durata perché sei minuti più tardi con un’ottima azione in rapidità il Genoa passa con Pavoletti bravo a trafiggere Handanovic con una gran conclusione dal limite dell’area.
Partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre che giocano una grande fase offensiva ma lasciano ampi varchi nelle proprie retroguardie,anche in questa circostanza l’equilibrio dura poco alla mezz’ora infatti è nuovamente la squadra ospite a condurre le danze azione orchestrata da Hernanes per Icardi il passaggio dell’argentino trova libero Palacio che con un tocco rasoterra beffa Perin vantaggio che potrebbe durare ancora pochissimo con la squadra di casa che centra subito la traversa con Pavoletti.
Nel finale di primo tempo succede di tutto l’inter protesta per due reti annullate (entrambe per fuorigioco ) ad Icardista per scoccare la fine del primo tempo quando arriva nuovamente il pari rossoblu doppio disimpegno errato Handanovic Ranocchia e Lestienne firma di nuovo il pareggio prima frazione che si chiude dunque sul risultato di 2-2.

Leggi anche:  Champions League, Inter: ecco le combinazioni per qualificarsi agli ottavi

Si riparte dunque sul risultato di parità le squadre scendono in campo ancora una volta con grande ritmo al minuto 10 Kovacic prova a mandare in porta Palacio che sciupa di fronte a Perin, ancora capovolgimento di fronte e ancora Genoa con Iago Falque che fa tutto bene tranne l’ultima conclusione molto più insidiosa la rasoiata di Bertolacci che costringe Handanovic ad un grande intervento, la risposta neroazzurra arriva con Hernanes che liberato al tiro colpisce prima il palo e Brozovic colpisce la traversa a botta sicura
Sul finale inizia il walzer delle sostituzioni Mancini opta per una squadra d’attacco con gli innesti di shaqiri per Brozovic Bonazzoli per Palacio e Puscas per d’Ambrosio mentre Gasperini vuole migliore copertura in mezzo fuori Lestienne per Laxalt e Falque per Izzo ma ci prova ancora l’Inter Icardi imbeccato in area di rigore spreca malamente un cross di shaqiri.
L’incontro sembra ormai avviato al pari ma al 90′ Juan Jesus atterra Edenilson e viene ammonito, punizione battuta dallo stesso Edenilson che pesca Juraj kucka che stacca con un terzo tempo di testa insaccando alle spalle di Handanovic
ultima chance interista con Icardi fermato a tu per tu da Burdisso al minuto 95
Al fischio finale Genoa batte Inter 3-2 prosegue la corsa all’Europa per i rossoblu (in attesa di licenza Uefa) tante recriminazioni e occasioni sciupate per l’Inter di Mancini buona gara in attacco ma disastrosa in difesa, contro un avversario tenace come direbbe Mancini : un’Inter a due facce !!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,