Mihajlovic carica i tifosi: “Sono il mio più grande bomber”

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

Mihajlovic carica i tifosi

Dopo l’ultimo allenamento a porte chiuse, Mihajlovic carica i tifosi blucerchiati, in un’intervista rilasciata ai microfoni di Sky: “Contro la Juventus potrò schierare il bomber migliore della nostra storia: i tifosi della Sampdoria“.

Un appello alla tifoseria per stare accanto alla squadra in questo periodo non proprio felice per la Samp. Nelle ultime cinque partite solo tre punti e nessuna vittoria. Dopo la pesante sconfitta è arrivato un pareggio interno con l’Hellas che ha avvicinato gli avversari per la corsa all’Europa League.

Proprio per questa ragione che Mihajlovic ha cercato di caricare i suoi tifosi, sapendo che Marassi potrebbe essere la chiave di volta per il raggiungimento dell’obiettivo. “A loro chiedo di scendere in campo con noi. Sono convinto che, uniti, con determinazione, carattere, gioco e anche con quel pizzico di fortuna che è mancato ultimamente, possiamo rinviare la festa dei bianconeri. Meritano lo Scudetto e potranno giustamente festeggiarlo, ma a Torino, non in casa nostra.”

L’unione tra tutti gli elementi blucerchiati è la giusta carica per poter affrontare una squadra come la Juventus, che verrà a Genova per poter festeggiare il suo quarto scudetto consecutivo. “Non mi aspetto una Juve distratta: negli ultimi 4 anni hanno consolidato e migliorato la loro mentalità. Noi sicuramente dobbiamo giocare la gara più importante della stagione, per la classifica, per il morale e per il tipo di avversario che andiamo ad affrontare. A loro serve un punto, ma a noi ne servono tre“.

Quando il giornalista di Sky gli chiede se le voci di mercato abbiano potuto distrarre la squadra, il tecnico serbo risponde: “Io non ho mai detto che me ne vado, perché non lo so neppure io. Conosco il calcio però, so che i giornali vanno riempiti. Sono certo che questi motivi non possono spiegare il rendimento di una squadra. A Napoli non abbiamo fatto bene, e sono stato il primo a dirlo; ma in casa abbiamo fatto il nostro: quasi 30 conclusioni in 180 minuti.”

Infine il mister di Vukovar spende due parole sulla stagione blucerchiata. “La sorpresa della stagione? Direi la Samp, non la Juve. Loro meritano di vincere il titolo, però noi stiamo facendo un grandissimo campionato: siamo quinti a cinque giornate dalla fine. Restiamo convinti di potercela giocare sino alla fine. Gli ultimi risultati dimostrano che tutte le squadre hanno degli alti e bassi, anche fase finale; quindi dobbiamo restare concentrati su quello che è il nostro obiettivo. Io scommetto sempre su di noi.”

  •   
  •  
  •  
  •