Pagelle Roma-Udinese 2-1: bene Nainggolan, male Manolas

Pubblicato il autore: Simone Meloni Segui

nainggolan-litiga-pesantemente-con-un-tifoso-bianconero

La Roma batte l’Udinese in rimonta. Queste le pagelle per i giallorossi:

De Sanctis 6,incolpevole sul gol. Per il resto ordinaria amministrazione con un paio di buoni interventi.

Torosidis 6,5  il gol vittoria è sicuramente uno dei più importanti siglati dal suo arrivo nella Capitale. Prestazione sufficiente anche se con qualche intervento troppo apprensivo.

Mapou 7, tra i migliori in assoluto. Corre, lotta e si mette addirittura in evidenza con un dribbling che lo libera al tiro nell’area avversaria. Pulito in tutti gli interventi.

Manolas 5, grave l’errore che regala a Thereau la palla da cui nasce il gol friulano. Troppo incerto e poco incidivo nelle chiusure difensive. Una serataccia.

Cholevas 6, nulla con cui stropicciarsi gli occhi, ma sicuramente buon equilibrio per tutti i 90′. Da sottolineare un paio di progressioni

Leggi anche:  Liverpool-Atalanta 0-2: spettacolo della Dea

Nainggolan 7,5, il migliore in assoluto. Come spesso gli succede quest’anno. Uno dei pochi giocatori lucidi sotto l’aspetto psicologico, oltre ad una grande prestazione per lettura tattica e di impostazione del gioco.

De Rossi 5,5 dopo alcune buone prestazioni è tornato il giocatore abulico e avulso dal gioco. Pochi spunti e poca personalità.

Pjanic 6, a differenza di altre volte ci mette un minimo di cuore, e la cosa gli vale una prestazione buona per costruzione del gioco e fase di regia (86’ Lijajic sv)

Iturbe 5, purtroppo continua ad essere un oggetto misterioso. Quasi incapace di saltare l’avversario o creare scompiglio nell’area avversaria. Esce tra i fischi (80’Doumbia sv), Totti 6, l’assist per il gol di Nainggolan è roba normale per chi ha seguito le sue gesta negli ultimi 15 anni. Un tocco senza guarda il compagno ma sapendo già dove si trobi (73’ Keita 6)

Leggi anche:  È morto Diego Armando Maradona

Ibarbo 5,5, troppo confusionario, nonostante alcune progressione e alcune sportellate con gli avversari siano degne di nota.

  •   
  •  
  •  
  •