Prodezza di Eto’o salva una bruttissima Samp, finisce 1-1 con l’Empoli

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

prodezza di Eto'o

Doveva essere tutt’altra partita, soprattutto dopo le parole della vigilia, ma il campo ha dato un altro esito e solo grazie ad una prodezza di Eto’o salva una brutta e spenta Sampdoria. Alla fine finisce 1-1, ma l’Empoli può recriminare per il punteggio, in quanto meritava molto di più i 3 punti rispetto ai blucerchiati. Eppure le motivazioni dovevano essere a vantaggio degli uomini di Mihajlovic, la qualificazione all’Europa League, la supremazia cittadina contro un Empoli che non aveva più nulla da chiedere al suo campionato. La Sampdoria è la stessa vista contro la Lazio, con la differenza e non da poco del giovane e acerbo Djordjevic al posto di Eto’o, l’Empoli gioca in avanti con Pucciarelli al posto di Michelidze. L’inizio è subito dell’Empoli partito a razzo e dopo tre minuti colpisce una traversa con un tiro da fuori area di Vecino. La Samp non si sveglia e subisce i padroni di casa che cercano il gol con Saponara bloccato da Viviano prima e Romagnoli poi. Per vedere una conclusione dei blucerchiati bisogna aspettare il 35° minuto con un destro di Muriel, ben bloccato da Bassi. Si va negli spogliatoi, all’ingresso piccoli segnali di ripresa da parte degli uomini di Mihajlovic che prova a cambiare le cose sostituendo un impalpabile Djordjevic per far posto al Re Leone Eto’o, è l’undicesimo minuto, ma è sempre l’Empoli a fare la partita e al tredicesimo trova il gol con Pucciarelli, servito splendidamente dall’ex doriano Maccarone. Neanche il gol serve a dare la scossa giusta a questa spenta Sampdoria che non riesce a trovare i giusti spazi, grazie ad un ottimo Empoli messo in campo da Sarri. Solo i cambi di Mihajlovic danno quella pericolosità in più. Duncan per Palombo prima e poi Correa per Acquah danno vivacità alla manovra. E l’argentino si mette subito in mostra prima con una conclusione sventata da Bassi e poi con l’assist per Eto’o che per un soffio manca al tapin vincente. L’Empoli cerca di gestire la partita, la Sampdoria non punge più di tanto fino a quando una prodezza di Eto’o salva la Sampdoria da una meritata sconfitta, rendendo meno amaro il ritorno a Genova. Eto’o si libera al limite dell’area, dopo aver ricevuto da Muriel e impetuoso scarica un destro all’angolino, dove Bassi non può arrivarci. Gol che permette di tenere al sicuro per questa giornata il settimo posto che potrebbe valere la qualificazione all’Europa League, solo ed esclusivamente per i problemi di licenza per il Genoa, che ha conquistato invece di sicuro la supremazia cittadina.

Empoli         1
Sampdoria 1
Reti: s.t. 13′ Pucciarelli, 46′ Eto’o.
Empoli (4-3-1-2): Bassi; Laurini (30′ s.t. Mario Rui), Rugani, Barba, Hysaj; Vecino, Valdifiori, Croce; Saponara (19′ s.t. Zielinski); Pucciarelli (37′ s.t. Tavano), Maccarone.
A disposizione: Pugliesi, Sepe, Signorelli, Mchedlidze, Brillante, Tonelli, Somma.
Allenatore: Maurizio Sarri.
Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Romagnoli, Regini; Acquah (30′ s.t. Correa), Palombo (20′ s.t. Duncan), Obiang; Soriano; Muriel, Djordjevic (11′ s.t. Eto’o).
A disposizione: Romero, Mesbah, Correa, Okaka, Bergessio, Muñoz, Rizzo, Coda, Wszolek, Cacciatore.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic.
Arbitro: Calvarese di Teramo.
Assistenti: De Luca di Pescara e Ranghetti di Chiari.
Quarto ufficiale: La Rocca di Ercolano.
Arbitri addizionali: Cervellera di Taranto e Candussio di Cervignano.
Note: ammoniti al 41′ p.t. Valdifiori, al 48′ p.t. Acquah, al 2′ s.t. Muriel, al 50′ s.t. Vecino per gioco scorretto, al 49′ s.t. Romagnoli e Maccarone per comportamento non regolamentare; recupero 3′ p.t. e 5′ s.t.; terreno di gioco in buone condizioni.

  •   
  •  
  •  
  •