Quegli applausi a Totti, la lezione di San Siro..

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

totti-ha-rischiato-di-fare-la-storia-del-milan

In epoca di bombe carta, assalti ai pullman delle squadre avversarie, cori beceri e razzismo, l’esempio di San Siro è di quelli da sottolineare. Forse non fa notizia, perché anche il mondo della stampa, spesso, dimentica di fare il proprio mestiere: quello, cioè, di informare e di non fare solo del sensazionalismo, soprattutto difronte a fatti spiacevoli. Ma noi lo vogliamo sottolineare lo stesso. Ieri, al minuto numero 70 di Milan-Roma, tutto lo stadio milanese ha applaudito l’ingresso in campo di Francesco Totti, idolo e bandiera della Roma. Un giocatore che ha scritto la storia del calcio italiano è stato così omaggiato da una tifoseria rivale, con un gesto tanto sportivo quanto nobile. E’ nota la simpatia dei tifosi rossoneri per Totti, da sempre oggetto del desiderio di un Milan che non ha mai fatto mistero, negli anni passati, di aver puntato al gioiello giallorosso. Ci provò Berlusconi, ci ha sperato Galliani. Ma Totti è Roma e la Roma, non ha mai voluto “tradire” l’amore della sua città. L’ultima bandiera del calcio italiano è stata ieri applaudita a San Siro. Complimenti ai tifosi del Milan. Complimenti a Francesco Totti, campione umile e giocatore di infinita classe. Meriterebbe applausi in tutti gli stadi d’Italia. Accontentiamoci di averli sentiti a San Siro. Chapeau.

  •   
  •  
  •  
  •