Real Madrid Juventus: bianconeri “eroici” volano in finale.

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

Buffon (1)

La Juventus parte in modo spavaldo e costringe il Real a giocare. La condizione atletica e mentale favorisce la Juventus che controlla bene. C’è tanta intensità sin da subito. Ci sarà sicuramente da divertirsi in questi novanta minuti. Al 6’ arriva la prima palla gol per il Real con Benzema che, dopo una grande giocata con la quale si è liberato di Bonucci, ha provato la battuta di sinistro. Con il corpo troppo all’indietro, però, il francese ha calciato malissimo da posizione eccellente. La difficoltà del Real si vede in fase di interdizione, i tre centrocampisti, sono molto più bravi a gestire il pallone che non a conquistarlo. Mentre la Juventus funziona sempre meglio la linea mediana bianconera. Marchisio sta giocando da interno destro e Pogba che, invece, staziona sulla stessa fascia del connazionale Evra. All’Undicesimo pericolosissimo Cristiano Ronaldo che ha calciato in maniera fantastica la punizione. La palla, leggermente deviata dalla barriera, si è spenta di poco alta. Ronaldo come al solito è bravo con i soliti giochi di gambe sulla fascia, ma Marchisio, così come accaduto nella partita d’andata, non si lascia superare tanto facilmente. Al 14’ arriva il primo vero tiro in porta per la Juventus. Tévez recupera palla sottraendola a Kroos e la serve a Vidal, che di sinistro ha provato a sorprendere Casillas, bravo ad allungarsi ed a deviare lateralmente. Poco più di 15’ minuti di gioco, ed è troppo poco muscolare il centrocampo del Real Madrid, che fin qui ha sempre perso il duello con la linea mediana bianconera. Inizia a farsi sentire il caldo. La temperatura resta altissima. I calciatori dovranno sforzarsi tantissimo per resistere novanta minuti a questo caldo. Intanto, molto dinamico fino a questo momento l’ex Alvaro Morata, temuto e non poco dalla stampa di fede madridista. Al 20’ altro brivido per la Juventus. Il retropassaggio sbagliato di Benzema all’indirizzo di Ronaldo ha dato la possibilità ad Evra di anticipare il portoghese, che già pregustava la battuta a botta sicura. 21’ primo grande intervento del portierone azzurro. Buffon che, con un gran colpo di reni, è riuscito a deviare in corner una botta micidiale dai trenta metri di Bale. Al 22’ la svolta della partita. Calcio di rigore per il Real Madrid per un fallo ingenuo di Chiellini su James Rodríguez. La chiamata a norma di regolamento sembra giusta. Sul dischetto Cristiano Ronaldo che sblocca, la partita che non ha sbagliato calciando centralmente. Un peccato davvero il fallo di Chiellini su James Rodríguez dal momento che il numero tre juventino aveva disputato fino a quel momento una partita perfetta. Il Real Madrid non ne vuole saperne di mollare la presa ed anzi sta continuando ad attaccare con la stessa intensità. La Juve deve reggere. Intanto Non si placa l’ira della Juventus e dei calciatori della panchina bianconera, che proprio non hanno digerito la decisione del direttore di gara di concedere quel penalty. 29’ contropiede velenoso per il Real Madrid, con Ronaldo che, dopo aver messo a sedere Lichtsteiner, ha cercato Isco sul secondo palo, ma è stato sontuoso Vidal a ripiegare ed ad anticipare di testa lo spagnolo. Al 31’Occasione per il Real, ma il colpo di testa debole di Benzema è stato bloccato bene da Buffon. Al 32’ arriva il primo cartellino giallo per Isco, giusto il giallo per l’ex Malaga, reo di aver trattenuto vistosamente per la maglia Tévez. Sta prendendo coraggio la Juventus, che negli ultimi minuti ha nettamente alzato il suo baricentro, sempre molto mobili gli attaccanti della Juventus, con Tévez che tende prevalentemente ad abbassarsi per giocare più palloni e Morata che, invece, svaria su tutto il fronte offensivo. Sta concedendo veramente tanto campo alla Juventus il Real Madrid, che forse sta tirando il fiato in vista del secondo tempo. Stanno facendo fatica ad entrare in partita Vidal e Pogba. Il cileno non è pienamente a suo agio nel ruolo di trequartista, mentre il francese non può essere al massimo della condizione dopo un mese di stop. Sul finire di tempo, il Real ad un passo dal raddoppio. Cristiano Ronaldo che, lanciato in campo aperto da Bale, ha stoppato in maniera perfetta il pallone ed ha poi calciato di sinistro. Pallone di un soffio a lato. Al 42’ altra parata fantastica di Buffon che, con un guizzo quasi sovrannaturale, ha deviato in corner il tiro sul primo palo di Benzema. Sul finire di partita arriva un altro giallo per James Rodríguez, per El Bandito, reo di aver palesemente simulato in area di rigore. Il Real torna meritatamente in vantaggio negli spogliatoi al termine di un primo tempo bellissimo e giocato su ritmi altissimi. Le squadre se la sono giocata a viso aperto, ma fin qui la classe infinita dei calciatori offensivi messi in campo da Ancelotti ha avuto la meglio. Decide, nemmeno a dirlo, Cristiano Ronaldo, freddo dagli undici metri a superare Buffon trasformando il rigore concesso dal direttore di gara per un fallo a dir poco ingenuo di Chiellini su James Rodríguez. I bianconeri in più di un’occasione hanno concesso pericolosi contropiedi, e dunque Allegri deve correre ai ripari immediatamente. Da valutare le condizioni di Dani Carvajal tra le fila delle merengues.

RIPRESA

Inizia la ripresa, con le due squadre che sono rientrate sul terreno di gioco senza aver effettuato alcun cambio. Si vede che non è ancora al meglio della condizione Pogba, stranamente impreciso e poco pungente in questo match. Ancora tanti cambi di campo per il Real Madrid, che in questo modo vuole anche provare a far correre a vuoto gli avversari. Molto deludente anche Andrea Pirlo, che fin qui ha sbagliato troppi passaggi per uno con la sua classe ed il suo bagaglio di esperienza. AL 51’ Pericolosissimo Marchisio che, con una gran botta dal limite dell’area, ha provato a sorprendere Casillas con la palla di un metro a lato. Un minuto dopo ghiotta palla gol per la Juventus, ma Pogba, dopo un bel dribbling, ha effettuato un passaggio a metà tra Vidal e Tévez. La partita sembra entrare nel vivo, ora si susseguono azioni una dietro l’altra. 53’ Conclusione velenosa di Marcelo che, però, con il suo sinistro ha mancato il bersaglio per una questione di centimetri. Le squadre si stanno allungando sempre più, in questi primi minuti la partita si sta infiammando. Al 57’ arriva il pareggio della Juventus, con chi se non Morata? Sugli sviluppi di un calcio piazzato Pogba ha giocato di sponda per l’ex di turno che, dopo aver stoppato di petto il pallone, ha calciato di sinistro ed ha freddato Casillas. Morata dopo il gol, non ha esultato per rispetto dei suoi ex tifosi come all’andata. Adesso la Juventus non deve commettere l’errore di abbassarsi troppo ed anzi deve cercare il secondo gol per chiudere la pratica non sarà facile, ma il Real ora deve aprirsi se vuole raddrizzare la partita. Al 63’ Real ad un passo dal vantaggio, ma Bale, servito bene da Marcelo, non è riuscito a centrare da pochi passi lo specchio della porta. Palla di un niente fuori. La Juventus adesso è galvanizzata dal pareggio e si sta sacrificando con tutti i giocatori in fase di contenimento. Sale l’urlo dei sostenitori di casa, che ora si fanno sentire tantissimo, rispondo anche i tifosi della Juventus venuti dall’Italia. I supporter bianconeri vedono il sogno di andare a Berlino farsi sempre più concreto. Al 67’ arriva la prima sostituzione per Real Madrid con Javier Hernández. Non ce la fa più Benzema, non al meglio fisicamente. Al 68’ conclusione spettacolare di James Rodríguez che, dal limite dell’area, ha calciato in maniera magistrale ma il pallone ha solo sfiorato la traversa. Al 70’ Casillas salva il Real Madrid con un intervento basso mostruoso su Marchisio, messo a tu per tu con il portiere da un ottimo assist di Vidal. Al 70’ arriva il cartellino giallo per Carlos Tévez, per l’Apache, che ha fermato Javier Hernández trattenendolo per la maglia. Al 73’ Colossale palla gol per Bale che, su invito di Ronaldo, è saltato altissimo ma da due passi ha incredibilmente mancato il bersaglio. Al 71’ intervento dubbio di Evra su Javier Hernández nel cuore dell’area di rigore. Il direttore di gara ha lasciato giocare. Il Real Madrid sta adesso aumentando la pressione, ma la Juve fin qui sta riuscendo a reggere l’urto. Intanto arriva un altro cartellino giallo per Stephan Lichtsteiner Ammonizione per perdita di tempo per il terzino destro svizzero. Tutta arroccata nella sua metà campo la Juventus, che proprio non vuole saperne di dare spazio ai mostruosi attaccanti del Real. Al 79’ Sostituzione per Juventus dentro Andrea Barzagli. Si copre la Juventus: esce Pirlo, autore di una pessima partita, entra il centrale difensivo. Una sicurezza. Il Real si sta adesso facendo prendere dalla frenesia di dover necessariamente segnare. I bianconeri devono tenere alta la concentrazione. A pochi minuti dalla fine Sostituzione per Juventus fuori l’autore del Morata, che sce tra i fischi del suo ex pubblico lascia spazio al connazionale Llorente. Sarà fondamentale l’apporto che dovrà dare Llorente, l’unico in grado di far salire la squadra e di far respirare la difesa. Minuto 88’ Pogba ad un passo dal 2-1, ma la sua botta è risultata troppo centrale e Casillas ha respinto lateralmente. Al 45’ Allegri effettua l’ultima sostituzione. Esce Paul Pogba per Roberto Pereyra. Esce uno stremato Pogba. Il Real ora sbanda pericolosamente in difesa, tutto riversato nella metà campo avversario. Manca veramente poco. Ci credono i tifosi e giocatori della Juventus, che adesso sovrastano con dei cori i decibel prodotti dal pubblico di casa. E’ finita!!!! Pareggio meritatissimo pur non giocando al meglio i solisti della Juventus tra questi Tevez e Pirlo. Finisce 1-1 questa gara di ritorno delle semifinali di Champions League, risultato che, combinato con quello dell’andata, regala il pass per la finale di Berlino alla Juventus, che torna dunque a giocarsi all’ultimo atto la Coppa dalle grandi orecchie dodici anni dopo l’ultima volta. Nel finale le merengues ci hanno provato, ma la Juve, pur non senza qualche affanno, ha retto l’urto. Una gioia immensa per Allegri ed i suoi, attesi adesso in finale dal Barcellona.

Tabellino e commento di REAL MADRID – JUVENTUS: 1 – 1 – Rete di Ronaldo al 23’ Rigore 57’ Morata.

Formazione Real Madrid (4-3-3): Casillas, Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Marcelo, Kroos, James, Isco, Bale, Benzema, Cristiano Ronaldo. A disposizione: Keylor Navas, Pepe, Coentrao, Hernandez, Arbeloa, Jesé, Illarramendi. Allenatire: Carlo Ancelotti

Formazione Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal; Tevez, Morata. A disposizione: Storari, Barzagli, Padoin, Pereyra, Sturaro, Coman, Llorente. Allenatore: Massimiliano Allegri

 

  •   
  •  
  •  
  •