Stangata dell’Uefa sul Napoli per fumogeni e laser col Dnipro

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

magnammancill

Mano pesante dell’Uefa sul Napoli. La Federazione Europea infatti, ha squalificato per un turno entrambe le curve dello Stadio San Paolo, la A e la B, ed ha inflitto alla società una pesante multa di circa 80.000 euro, in riferimento alla semifinale d’andata all’impianto di Fuorigrotta Napoli-Dnipro. Cause della stangata che il Napoli dovrà pagare sono, i fuochi e fumogeni accesi all’inizio e durante la gara (l’Uefa ne impedisce l’accensione), i laser puntati negli occhi dei calciatori in campo, e la scarsa ed inefficiente (così descritta) sicurezza di forze dell’ordine e steward dello stadio partenopeo. Ma a dir la verità sembra una beffa, dopo il dazio che la squadra di Benitez ha già dovuto pagare in campo con l’incredibile gol in netto fuorigioco dato agli ucraini, che comportò la sfuriata di De Laurentiis nel post gara. Il Napoli quindi, inizierà la prossima stagione in Europa, senza l’apporto dei settori da dove proviene il sostegno più caldo e costante durante i 90 minuti di gioco.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Napoli Spezia: streaming gratis e diretta TV Rai 2?