Yaya Touré fermato dalla polizia, ecco cosa è successo

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

yaya touré
Yaya Touré continua a far parlare di sè. Stavolta il calciomercato o le prestazioni in campo non centrano nulla. Il forte centrocampista ivoriano del Manchester City, accostato all’Inter di Roberto Mancini, è stato fermato dalla polizia nella serata di mercoledì: Yaya Touré viaggiava a bordo della sua Porsche 911 oltre i 200 Km orari (124 miglia orarie) sull’autostrada di Manchester. Ora il trentaduenne rischia il ritiro della patente e sarà costretto a presentarsi davanti al tribunale di Manchester nelle prossime settimane. Yaya Touré dopo la disavventura è apparso comunque molto tranquillo, spiegando che “non c’è da preoccuparsi, qualcuno del Manchester City risolverà senza problemi la questione, si occuperanno loro delle pratiche burocratiche.” Un portavoce della polizia di Staffordshire, invece, appare molto meno tranquillo e parla chiaro: “Verso le 20:40 di mercoledì 20 maggio gli ufficiali hanno fermato un veicolo che viaggiava a 124 miglia orarie sulla carreggiata nord della M6 tra le uscite 15 e 16.  L’autista, un uomo di 32 anni, del Cheshire, verrà citato a comparire in tribunale in una data futura.

La scorsa settimana la stessa disavventura era capitata ad un altro Touré: il fratello Kolo, difensore in forza al Liverpool, era stato fermato a bordo della sua auto, ovviamente per eccesso di velocità. Un vizio di famiglia a quanto pare. Yaya Touré è un noto appassionato d’auto: oltre alla sopracitata Porsche 911, l’ivoriano possiede, tra le tante, anche una Bentley GT, una Mercedes Brabus e una Porsche Cayenne.

  •   
  •  
  •  
  •