Norman striglia la Roma: “Adesso vi faccio correre io”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Fussball-Countdown-fuer-DFB-Team-laeuft_image_630_420f-400x300Darcy Norman è uno di poche parole. E di molti fatti. Il nuovo «Director of performance As Roma» si è presentato a Trigoria per espletare le ultime formalità e per valutare le strutture. Il 3 luglio, data del primo giorno di raduno, Darcy Norman, nuovo preparatore atletico della Roma, sarà pronto a far correre la squadra. Pallotta, senza mezzi termini, aveva dichiarato nei giorni scorsi che la Roma non correva. Ha rivoluzionato tutto, il presidente della Roma. Affidandosi, appunto, ai metodi di Norman, professionista della preparazione atletica. La società nei prossimi giorni metterà a disposizione di Norman attrezzature per quasi un milione di euro. Verranno stravolti metodi di allenamento e esercizi atletici. Anche la dieta dei giocatori verrà rivoluzionata. Lui, Norman, è pronto a prendersi la sua fetta di responsabilità: nato il 30 Agosto 1964 nell’Alberta del Nord in Canada, Norman ha frequentato la Washington State University dove ha ottenuto la laurea in Biologia e Kinesiologia con specializzazione in Preparazione atletica. Dopo tre anni ha aggiunto un’ altra laurea in fisioterapia al suo percorso di studi. Ha collaborato negli anni con Nazionale tedesca (nella foto lo vediamo assieme al Ct tedesco Joachim Low) e Bayern Monaco.

Con i giocatori della Roma stabilirà un rapporto amichevole e proficuo. Norman apprezza moltissimo tutti i giocatori della Roma. Ha già avuto modo di scambiare, con alcuni di loro, parole e idee. Ma li farà sudare, come è normale che sia per chi vuole raggiungere le migliori performances dal punto di vista fisico-atletico. E’ lo stesso Norman che, nei giorni scorsi, ha illustrato i suoi metodi di lavoro: Ci concentreremo sull’atteggiamento mentale, sul movimento, sulla nutrizione e sul recupero –ha dichiarato Norman, insegneremo tutti questi fondamenti ai giocatori in modo che possano fare le scelte giuste. Tutto inizia con una fase di valutazione, non puoi lavorare se non riesci prima a capire cosa devi migliorare. Poi si lavora su una particolare qualità, in modo da insistere per migliorare le caratteristiche di ogni singolo giocatore in quell’aspetto. Per me è importante che i giocatori capiscano i miei metodi di allenamento e li approvino, non si devono mai chiedere ‘ora che sto facendo?’”. E ancora, Norman insiste su un’altra sua filosofia: “E’ importante allenarsi su ritmi alti. Di metodi ce ne sono tanti, ma di principi ce ne sono pochi. Chi non li rispetta avrà sempre problemi, l’importante è rispettare il principio, solo così si possono raggiungere gli obiettivi sperati”. Poche parole ma decise, nette. Il nuovo corso del professor Norman è già iniziato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: