Allegri punta al quinto titolo consecutivo in Italia per entrare nella storia

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

allegri 2015Ha parlato Massimiliano Allegri a poche ore  della seconda amichevole stagionale della sua Juventus in Polonia contro il Danzica. Idee chiare come al solito ed un obiettivo storico da centrare: “per la stagione alle porte il traguardo numero uno rimane lo scudetto, anche perché avremmo la possibilità di entrare nella storia vincendo il quinto consecutivo, cosa riuscita in passato solo alla Juve negli anni 30 e al Grande Torino”.  Questo il passaggio più interessante del tecnico livornese intervenuto in conferenza stampa in terra polacca. Ma Max Allegri da tecnico navigato avverte: “non sarà semplice, perché ci sono squadre attrezzate come le due milanesi, la Roma, la Lazio, il Napoli… sarà un torneo avvincente ed equilibrato”. “È un onore essere qui in una meravigliosa città, per giocare un buon test contro una squadra che ha già giocato due gare di campionato. Sarà importante per proseguire la preparazione in vista della Supercoppa, il nostro primo obiettivo”.

Poi tornando alla partita di oggi qualche indicazione precisa sulla formazione e su chi scenderà in campo contro il Danzica. Ad esempio il giovane Rugani, sul quale Allegri conferma: “visto che è il suo compleanno gli faccio gli auguri: giocherà titolare. Ha bisogno di inserirsi. È giovane e bravo, ma bisogna dargli tempo”. Allegri ha parlato poi di un infortunio importante per la difesa bianconera e cioè la lesione all’adduttore che terrà lontano per 20 giorni dal terreno di gioco Andrea Barzagli e che non gli permetterà di scendere in campo a Pechino per la finale di Supercoppa Italiana contro la Lazio il prossimo 8 agosto: “spiace che Barzagli debba saltarla: ha accusato questo fastidio che lo terrà fermo per 15/20 giorni”. In linea con quanto dichiarato dal suo allenatore è stato l’intervento di Stephan Lichtsteiner che ha sottolineato: “il primo obiettivo è riconfermarsi in Italia. Sarà difficile, perché ogni anno si riparte da zero, ma prepariamoci alla grande e proviamoci”.

  •   
  •  
  •  
  •