Conferenza Sarri: “Mi stanno sui coglioni gli allenatori che parlano solo di mercato”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

SARRI 2

E’ finita da poco la conferenza stampa di Maurizio Sarri dal ritiro di Dimaro, e mette subito in chiaro i suoi pensieri, riguardo schemi, calciatori e futuro della squadra: “La mia sarà una squadra di sudore. In questo momento è ancora didattica ed apprendimenti dei movimenti tattici.Se fermo i movimenti, è perché voglio che le cose vadano bene. Higuain? E’ giusto che faccia una pausa per riposarsi fisicamente e mentalmente. Sono impaziente di conoscerlo, per sapere che persona ho davanti. Sarà un elemento fondamentale, il leader tecnico. Ma non il leader mentale, perché ci sono altri giocatori, di cui nessuno s’aspetta che è il vero leader dello spogliatoio. E’ la figura di riferimento della squadra. L’ho visto nelle ultime partite molto teso, deve ridere! Adesso sto provando 2 schemi il 4-3-3 ed il 4-3-1-2, la squadra ha molta qualità, ci sono calciatori come Insigne e Mertens che mi hanno chiesto dove giocare, ed a me fa piacere, perché so che si mettono a disposizione, ma a me fa anche piacere sapere che tutti devono sacrificarsi, come ha detto il presidente.

Anche Hamsik, preferisce il centrocampo. Mercato? Giuntoli lo sento 3 volte a settimana. Mi stanno sui coglioni gli allenatori che parlano solo di mercato. Quelli che ho a disposizione adesso, sono i 25 calciatori più forti che ci sono in Italia. Ho solo parlato di caratteristiche, mai fatto nomi specifici. A Napoli, a differenza di Empoli, c’è differenza di obiettivi. In Toscana, basta una salvezza, qui, ci sono enormi aspettative, con un pubblico che vuole vincere, perché Napoli è una metropoli, che vive di calcio. Si deve trovare maggiore equilibrio. Rispetto all’anno scorso si passa ad una fase diversa di allenamento, se si impara questa applicazione, si potrà ottenere qualche punto in più.”

  •   
  •  
  •  
  •