Formula 1: le Red Bull beffano Rosberg nel secondo turno di libere

Pubblicato il autore: Andrea Russo Segui

Hungarian Grand Prix, Hungaroring 23 - 26 July 2015

Comincia il secondo turno di libere. Il semaforo verde scatta alle 14.01. Stevens è il primo a girare. Non scendono in pistaPerez, dopo il brutto incidente del primo turno di libere, né Hulkenberg, entrambi i piloti della Force India, quindi, non partecipano al secondo turno di libere. Inizialmente le Ferrari illudono, con Vettel e Raikkonen che si alternano in vetta, ai primi due posti. D’un tratto, però, Hamilton fa registrare il miglior tempo, 1:25.613, e si ristabilisce in testa.

All’improvviso si verifica un problema tecnico per Ricciardo, che si trova costretto a fermarsi. Dal posteriore della sua vettura, infatti, esce del fumo. Il pilota australiano si domanda che guasto possa essersi verificato, ma rimangono positive le sue prestazioni. Problemi ancora per la Ferrari, con Vettel che non riesce a girare con regolarità.

Siamo ai giri conclusivi e si nota subito un netto miglioramento, nel corso dell’intero secondo turno di libere, delle Red Bull. Stando così le cose, i due piloti Red Bull fiutano la beffa ai danni delle Mercedes e, in parte, la beffa riesce. Sia Kvyat che Ricciardo, infatti, riescono a piazzarsi davanti a una Mercedes, quella di Rosberg, soffiando al pilota tedesco la seconda posizione guadagnata nel primo turno di libere. Per Vettel e Raikkonen, rispettivamente, solo una settima e quinta posizione. Pertanto, il secondo turno di libere si è così concluso:

1. Hamilton (Mercedes)

2. Kvyat (Red Bull)

3. Ricciardo (Red Bull)

4. Rosberg (Mercedes)

5. Raikkonen (Ferrari)

6. Sainz Jr. (Toro Rosso)

7. Vettel (Ferrari)

8. Alonso (McLaren)

9. Bottas (Williams)

10. Massa (Williams)

11. Verstappen (Toro Rosso)

12. Button (McLaren)

13. Maldonado (Lotus)

14. Nasr (Sauber)

15. Grosjean (Lotus)

16. Ericsson (Sauber)

17. Merhi (Marussia)

18. Stevens (Marussia)

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: