Milan Inter, pagelle rossonere del primo derby dell’anno

Pubblicato il autore: Daniele Triolo Segui

Milan Inter

Milan Inter viene decisa al 62′ da un gran gol di Mexés: alcune buone indicazioni per Mihajlović. Bene Bacca, male Bertolacci, Mauri e Luiz Adriano

Milan Inter, primo derby di stagione, seppur amichevole, va in scena al ‘Longgang Stadium‘ di Shenzhen, in Cina, e viene vinto dai rossoneri per 1-0. Decide, al 62′, un gran gol di Philippe Mexés, che deposita in rete al volo un calcio d’angolo battuto da Bonaventura. Milan Inter è stato un incontro molto aperto, duro e maschio, con i rossoneri meglio nella prima frazione ed i nerazzurri nella ripresa, anche se piuttosto sterili in fase offensiva. Vediamo le pagelle del Diavolo per questo Milan Inter del calcio d’estate.

MILAN INTER, LE PAGELLE DEL PRIMO TEMPO. Diego Lopez s.v.: il portierone rossonero non viene praticamente mai impegnato nel primo tempo dalle riserve dell’Inter; raccoglie in rete il pallone calciato da Longo, in fuorigioco, a gioco ormai fermo. Calabria 7: il giovanissimo terzino promosso dalla Primavera continua a convincere; bravo nelle diagonali, spinge con costanza, corre molto e si sacrifica. Mihajlović ci ha visto lungo. Rodrigo Ely 6: al suo primo Milan Inter, tiene bene la posizione, ogni tanto si lascia sfuggire l’avversario, deve ancora entrare in sintonia con il resto dei compagni. Alex 6: in difficoltà fisica, ma vista la mole, in questo momento della stagione rientra nella logica delle cose. Buon recupero in area su Delgado lanciato a rete. De Sciglio 6,5: appare in ripresa, macina la fascia con discreta continuità, azzarda qualche cross, cerca di convincere l’allenatore a dargli il posto di titolare di Antonelli. Poli 6,5: il più in forma dei centrocampisti del Milan, l’unico che corre come già fosse in forma campionato. De Jong 6: un paio di ottime coperture in fase difensiva, la solita dose di sostanza in mezzo al campo, ma, purtroppo, anche i soliti limiti in fase di impostazione. Bertolacci 5,5: rispetto al collega Poli, appare in ritardo di condizione atletica. Gli manca ancora ‘la gamba’ per poter essere il giocatore che aveva impressionato la scorsa stagione con la maglia del Genoa. Honda 6: qualche ottimo scambio con Matri e Niang, un sinistro educato, la voglia di farsi apprezzare dall’allenatore e dai sostenitori asiatici. Tornerà utile nel corso della stagione. Matri 5,5: poco propositivo, molto statico, quasi mai in partita. Tenta di duettare con Niang, ma con un fisico come il suo entrare in forma subito non è così facile. Niang 6: al contrario di Matri, assistito dalla sua struttura muscolare, è molto mobile e sgusciante tra le maglie della retroguardia nerazzurra. Spara addosso a Carrizo il pallone del possibile vantaggio, poi, nel finale della prima frazione di gara, non stringe sul primo palo e vanifica un bel suggerimento del compagno d’attacco, partito sul filo dell’offside.

MILAN INTER, LE PAGELLE DEL SECONDO TEMPO. Abbiati s.v.: nella ripresa, specialmente dopo il vantaggio rossonero, l’Inter aumenta leggermente la pressione dalle sue parti, ma non lo impensierisce mai realmente. Zapata 5,5: con l’Inter più pericolosa, soffre la fisicità dei dirimpettai, talvolta Kondogbia, talvolta Guarín. Schierato a destra da Mihajlović, non ha il passo dell’esterno. Mexés 7,5: un voto in più per il grandissimo gol che, al 62′, decide l’incontro. Sull’angolo battuto da Bonaventura, il centrale francese si inventa una spettacolare volée che non lascia scampo a Carrizo. Per il resto, il più concreto della retroguardia. Paletta 6: entra a ripresa più che inoltrata, ruvido quanto basta, spazza spesso in tribuna per evitare guai peggiori. Antonelli 6: dalla destra, nel secondo tempo, l’Inter porta le maggiori insidie, e pertanto deve badare più a difendere che ad attaccare. Limita i danni con discreta intensità. Nocerino 4: entra ad inizio ripresa per Poli, non combina nulla di buono, ed in più si fa espellere all’87’ per un brutto fallo, con tanto di reazione, su Kondogbia. Di certo, non il modo migliore per guadagnarsi la conferma in squadra. Montolivo 6: spesso schiacciato sulla linea dei difensori, bada maggiormente al sodo ed a fare densità in mezzo al campo. Per le geometrie, ci sarà tempo. Mauri 5,5: si vede poco, il suo ingresso non cambia chissà quanto le sorti del centrocampo rossonero. Prestazione in linea con quella di Bertolacci. Bonaventura 6: solita performance di sostanza, atletismo e dedizione alla causa; dai suoi piedi parte l’assist che Mexés trasforma nel gol vittoria. Luiz Adriano 5: si vede solo in occasione di un alterco con Andreolli; il brasiliano rifiuta le scuse del difensore, e non ci fa una bella figura. Bacca 6,5: entra subito in partita, volenteroso, veloce e sempre pronto a dare il là alle azioni di contropiede. Un’insidia costante per la difesa interista. Ottimo impatto con l’universo rossonero.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,