Un pitbull per Mancini, Medel è il vero acquisto

Pubblicato il autore: Fabrizio Caminiti Segui

Gary Medel

Nella nuova Inter si alternano nuove speranze ( Miranda, Murillo, Kondogbia, Montoya e tra qualche giorno Perisic) e ritrovate certezze. Per quanto riguarda la seconda categoria non si può non menzionare il nome di Gary Medel. Instancabile motorino del centrocampo nerazzurro che nella scorsa stagione, quando tutti alternavano buone e pessime prestazioni, il cileno era sempre colui che portava a casa il compito fatto bene. Ebbene si, le sue prestazioni sono servite anche alla sua nazionale cilena per aggiudicarsi il titolo di campione d’America qualche giorno fa, vedendolo assoluto protagonista.

Premiato tra gli 11 migliori della competizione (tra cui figurava anche il neo acquisto Murillo), Medel s’è fatto trovare sempre pronto per portare all’insperato successo una nazionale che non è mai stata nell’Olimpo delle grandi, come Argentina o Brasile. Roberto Mancini è pienamente cosciente del valore del calciatore, tanto che lo scorso anno lo ha quasi sempre schierato tra i titolari come mediano difensivo, ripagando in pieno la fiducia concessagli.

Leggi anche:  Perugia Calcio Femminile, Noemi Paolini: "Per me è importante portare avanti un percorso costante di crescita"

Non è tra i cedibili e questo la dice lunga sull’utilità di un calciatore che non brilla per qualità tecniche ma a livello tattico riesce a dare tanto. Medel predilige interrompere le azioni di manovra avversaria, sporcando i passaggi, recuperando palloni, rincorrendo le seconde palle e raddoppiando la marcatura sul possessore di palla. Insomma il classico lavoro sporco che tanto serve alle squadre, principalmente in fase di non possesso, quando i suoi compagni sono stremati e la benzina nelle gambe viene meno.

Lo scorso anno ha dovuto correre per se stesso e spesso per gli altri, poiché quando scarseggia la qualità tecnica degli interni di centrocampo è chiaro che i primi a farne le spese sono i difensori e mediani di rottura. La mossa Kondogbia e probabilmente Suarez, daranno nuova linfa al pitbull nerazzurro che dovrà preoccuparsi di gestire solo l’interdizione e non più impostare la manovra.

Leggi anche:  Probabili formazioni Milan Venezia: occasione dal 1' per Gabbia?

Potrebbe essere la scoperta del nuovo centrocampo nerazzurro, oltre che la novità della serie A.

PROBABILE FORMAZIONE:

(4 – 3 – 3) Handanovic; MONTOYA, MURILLO, MIRANDA, Santon(?); Medel, KONDOGBIA, SUAREZ (?); PERISIC(?), Icardi, SALAH(?)

  •   
  •  
  •  
  •