Catania chiesta la retrocessione e 5 punti di penalizzazione

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

catania

Entra nel vivo il processo sportivo sull’inchiesta “I treni del gol” che ha visto coinvolto il presidente Pulvirenti e l’AD Cosentino del Catania Calcio per la compravendita delle partite dello scorso campionato di serie B. La procura sportiva guidata da Stefano Palazzi ha reso noto le richieste per quanto riguarda il Catania, la retrocessione in Lega Pro e 5 punti di penalizzazione per il nuovo campionato che la squadra etnea parteciperà secondo l’articolo 24 del codice di giustizia sportiva per la fattiva collaborazione, nel processo di primo grado relativo al filone di Catania. Ora la sanzione è al vaglio del Tribunale Federale Nazionale della Figc, presieduto da Sergio Artico. Per quanto riguarda la figura del presidente del Catania Antonino Pulvirenti l’accusa ha indetto per lui la pena di 5 anni di Daspo, quindi inibizione per il presidente da ogni attività sportiva, la stessa anche l’Ad Cosentino. La scelta del Daspo per i due è anche dovuto al malcontento da parte dei tifosi e quindi la questura ha deciso per questa pena anche per salvare il presidente dall’ira dei tifosi etnei. Divieto assoluto per Pulvirenti e Cosentino a partecipare anche come spettatori a qualsiasi manifestazione sportiva.

Intanto la candidata a sostituire il Catania qualora venisse accolta la sentenza è la Virtus Entella, ammessa come parte terza al processo. La squadra ligure nella scorsa stagione ha perso lo spareggio play out contro il Modena, e appunto per questo è stato ritenuto dal Tribunale Federale Nazionale della Figc portatore di “interesse sussistente” nel procedimento che vede la società etnea deferita per doppia responsabilità diretta, oggettiva e presunta. La possibilità della retrocessione in Lega Pro per il Catania non è la soluzione ben vista dalla Lega di Serie B diretta da Abodi, in quanto aver patteggiato la pena non deve condurre la società siciliana in Lega Pro ma bensì in serie D. Secondo Andrea Abodi “La pena deve essere radicale e non negoziabile.” Oltre al Catania sono coinvolte altre formazioni professionistiche tra cui il Teramo, neo promossa in serie B, che rischierebbe la retrocessione, Savona, Vigor Lamezia e Torres in Lega Pro. Ormai ogni estate prevede un filone per calcio scommesse o per compravendita di partita, sperando che questo trend termini al più presto con le giuste penalizzazioni.

  •   
  •  
  •  
  •