Coppa Italia: TORINO PESCARA la prima dei giovani granata

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

IMG_5204

TORINO – PESCARA

ovvero il primo impegno ufficiale per i granata

per due squadre “profondamente” rinnovate

La gara di domenica sera vale soprattutto per rompere il ghiaccio e cominciare a capire quali squadre si vedranno nella prossima annata sportiva, un match che è comunque valevole per una competizione spesso bistrattata ma altrettanto importante come la Coppa Italia.

Ore 21,15 il fischio d’inizio,  che colorerà di granata lo stadio Olimpico, sperando come ha detto mister Ventura di vederlo come l’ultima partita di campionato pieno e festoso. Difficile, visto che siamo nel pieno mese  delle ferie!

Sicuramente il Torino, non avrà la lucidità che tutti i tifosi si aspettano, anche se la velocità vista contro la Pro Vercelli a Chatillon e nel triangolare di Mondovì lasciano ben sperare.

Il mese e pochi giorni di preparazione nelle gambe si farà sicuramente sentire e che, dunque, non sarà al meglio dal punto di vista fisico. Tutto il popolo del toro si aspetta di vedere qualcosa di quello che si è provato da un punto di vista tattico e di impostazione. La speranza, è quella necessariamente di vedere e bene i giovani che tanto bene ha parlato Ventura nel presentare questa gara, la rosa che è composta da elementi di sicuro avvenire e qualche pedina di esperienza fa credere a tutti che si è sulla strada giusta come ribadito anche da Ventura in più occasioni.

Credo che il “motore” per realizzare una buona prestazione c’è, l’entusiasmo dei ragazzi sul campo ed i tifosi ad incitare la squadra non mancherà. Ventura ha ribadito che il troppo entusiasmo non produce effetti positivi, ma serve trovare il giusto equilibrio. Domani, giocando la prima gara ufficiale in casa, ci sarà da attendersi che i “ragazzi giovani” vorranno mettersi in mostra e questo dovrà essere un fattore positivo anche se ci saranno certamente degli errori.

Coppa Italia che può e deve essere una competizione importante stagionale seppur l’obiettivo principale resta un buon piazzamento in campionato.

La Coppa Italia deve essere una competizione che va rispettata, sono certo che Ventura & C. cercheranno di portare a casa la vittoria. E’ importante che la squadra si applichi al massimo delle forze, poi, qualsiasi sarà il risultato sarà accettato. Sicuramente il Torino non scenderà in campo per fare solo presenza.

L’avversario con tutto il rispetto, non è di quelli ostici, se pur è una squadra molto esperta e da questo punto di vista potrebbe preoccupare e pagare qualcosa, ma la grande vivacità del Torino, visti i tanti giovani lascia ben sperare. Giovani che non significa inesperienza, anzi molti di loro hanno già molte stagioni importanti alle spalle.

Partite che “contano” il Torino ne ha giocate poche, lo stesso Ventura ha ribadito che non potrebbe esserci la velocità giusta, questa partita serve per far conoscere i “giovani” al “pubblico amico” e viceversa,  quindi questo “test” è davvero importante.

Il Torino di Ventura, potrà contare su un gruppo di atleti con tanta esperienza a partire dalla difesa dove Glik e Maksimovic danno la giusta garanzia e con un centrocampo nuovo o quasi, dove il giovane Baselli con l’esperienza di Gazzi ed il talento di Benassi confermano le grandi doti tecniche. In attacco il tandem Quagliarella – Lopez garantisce la giusta tranquillità per un match che dovrà e dire tanto granata.

  •   
  •  
  •  
  •