Galliani contestato dalla curva del Milan

Pubblicato il autore: Luca De Iaco Segui

Adriano-Galliani-addio
Un brutto Milan quello visto ieri sera nell’anticipo serale contro l’Empoli a San Siro, dove seppur sia arrivata la vittoria con le prime marcature in rossonero per Bacca e Luiz Adriano si è vista una squadra con addosso un’impronta negativa segno di questi ultimi anni. Ma chi è stato criticato di più non risulta essere tanto la squadra di Mihajlovic, bensì Galliani contestato dalla curva del Milan con striscioni e cartelli che inneggiavano a una “cessione” dell’attuale a.d. milanista, reo di aver condotto una campagna acquisti non all’altezza ma fatta di tanti grandi nomi (Ibrahimovic su tutti) che sono rimasti solo parole al vento, di giocatori dalla buona tecnica ma strapagati (Bertolacci e Romagnoli), di giocatori non voluti ma che sono ritornati (Balotelli), di cessioni non volute dalla tifoseria (El Shaarawy) ed altre volute ma bloccate dai piani alti (Mexes).

Un Galliani contestato dalla curva del Milan dunque, fenomeno che da anni si verifica puntualmente in concomitanza con la chiusura del calciomercato, anzi, di un calciomercato fatto sempre di promesse ma che nel concreto porta poca roba anche se, per carità, quest’anno sembra comunque un bottino non proprio magro (Romagnoli, Bertolacci, Bacca, Luiz Adriano, Balotelli) ma ci sarebbero dovuti essere altri nomi, proclamati a gran voce come praticamente già presi e poi sfumati, quasi del tutto: Witsel, kondogbia, Soriano, Ibrahimovic.

Cosa possono aspettarsi quindi i tifosi rossoneri in queste ultime 48 ore di calciomercato da parte di Adriano Galliani? Per quanto l’ad rossonero si sia “specializzato” nei colpi last minute, rimangono ben poche le possibilità che uno di quei tre nomi (in quanto Kondogbia è andato all’Inter) sopra citati possa vestire la maglia del Milan, a seguito di richieste troppo onerose o trattative che stanno andando troppo per le lunghe facendo perdere serenità sia agli agenti sia ai giocatori stessi. In più in molti si aspettano che se, nel qual caso Galliani dovesse ingaggiare qualcuno, questa volta chieda consulenza a Mihajlovic, indispettitosi per l’acquisto di Kucka quando si aspettava l’arrivo di Soriano.

  •   
  •  
  •  
  •