Inter – Atalanta 1-0, le pagelle interiste

Pubblicato il autore: Fabrizio Caminiti Segui

jovetic inter

Fiato corto, gambe pesanti e poca brillantezza ma l’Inter acciuffa allo scadere il gol che regala i 3 punti con una perla di Steven Jovetic. Atalanta che non demorde mai e si copre benissimo ma è chiara la netta volontà di portare a casa il pareggio. Analizziamo la prestazione dei singoli, attraverso le pagelle di SuperNews.

Inter – Atalanta 1-0

Handanovic 6 – Stranamente una gara incolore per il portierone nerazzurro. Pochi interventi e qualche rilancio per far partire il contropiede. Era da un pò che non si vedeva lo sloveno cosi inoperoso, ovviamente tutta la tifoseria interista ringrazia e spera di dormire sonni cosi tranquilli per altrettante partite.

Santon 6,5 – Il” bambino”, nominato cosi da Mourinho ed erede di Facchetti inizia col piede giusto. Buona copertura su Dramè ma soprattutto molta intraprendenza in fase di spinta che fino ad ora non aveva mai fatto vedere. Si rende pericoloso nel finale con un bolide che trova le manone di Sportiello. Bella prova del terzino italiano.

Miranda 6 – La sicurezza che non si vedeva dai tempi di Lucio. E’ un maestro nell’anticipo e non  rinuncia a tenere la squadra alta e mettersi sulla linea del vertice basso di centrocampo (Medel).  Non fa girare mai Pinilla e il “papu” Gomez tenta qualche accelerazione senza trovare fortuna. Buona tecnica, buon controllo e buona gestione del pallone da parte dell’ex Atletico.

Murillo 6,5 – E’ stato paragonato al nuovo Samuel ed oggi ha dimostrato quanto riesca a fare la differenza col fisico ma soprattutto coi piedi. Nella sua prima gara stagionale non era facile trovare l’affiatamento giusto con Miranda, ma il colombiano non si fa mai trovare impreparato e legge ogni trama offensiva dei bergamaschi e difensiva dei suoi compagni. Buona la prima.

Juan Jesus 6 – Non è mai entrato nel cuore dei tifosi e da centrale men che meno. Ieri sera s’è visto ciò che Juan riesce a fare meglio, ovvero la spinta sulla fascia, fisico e copertura del pallone. Juan si batte come un leone, si vede che non è nato per quel ruolo anche se nell’ Internacional di Porto Alegre giocava terzino con compiti molto più blandi di copertura.

Gnoukuri 5 – Gara poco incoraggiante per il giovane talento interista. Niente di preoccupante, sia chiaro, siamo alla prima giornata e la fatica dei carichi di lavoro l’hanno sentita tutti ed in particolar modo lui. Il 18enne è partito titolare alla prima di campionato e questo è già un traguardo ma avrà altre occasioni di mettersi in mostra. Entra Hernanes 6 – Il brasiliano regala più fantasia alla manovra interista e sicuramente più esperienza di Gnoukuri. Ci prova con un tiro che il miracoloso Sportiello riesce a deviare.

Medel 6,5 – Il cileno è stato bravo nel chiudere tutti gli spazi ai bergamaschi e impostare qualche azione quando serviva. Bella prova, di carattere sostanza e qualità. Le premesse post-coppa America non erano state vane e Gary si candida seriamente ad un posto fisso sulla mediana di centrocampo. Mancini lo adorava e forse vorrà basarci la sua “formazione tipo” del futuro.

Kondogbia 6,5 – L’ex Monaco a detto di Mancini è ancora carico di lavoro nei muscoli. Un problema che riguarda il ragazzo che non ha mai preso parte ad un tipo di preparazione pre-campionato come quella italiana. Nonostante ciò il talento francese gioca bene e disimpegna Sportiello un paio di volte. Si concede numeri di alta scuola e la classe si vede subito.

Brozovic 6 – Oggi ha fatto più una partita da regista che da trequartista. Vede bene il campo e tenta di creare sempre gioco e superiorità offensiva. Purtroppo qualche volta pecca si troppa sicurezza e perde il pallone in seguito alla scarsa lucidità della prima di campionato. Poteva segnare su una volèe di destro ma spara alto. Il croato si sta prendendo in mano la squadra questo è certo. Entra Manaj s.v. – L’ex Cremonese debutta  solo per un forcing finale e chiudere l’Atalanta nella propria area sperando nel gol del vantaggio.

Icardi s.v. – Esce dopo pochi minuti ma si tratta di un problema avuto nel riscaldamento. Per precauzione salterà anche la trasferta col Carpi. Entra Jovetic 7 – Il montenegrino fa vedere di che pasta è fatto e diventa mattatore del match. Ci prova più volte a bucare Sportiello e col dieci sulle spalle che non gli pesa. Carattere, grinta e fantasia che Steven non ha mai perso da Firenze. Purtroppo qualche infortunio di troppo lo ha bloccato ma quando un giocatore riesce a metterla all’angolino da quella posizione (sulla zona sinistra appena fuori dall’area) non può non meritare una 10 sulle spalle. Grande prova.

Palacio 5,5 – Non si vede molto e pensa più che altro a tenere su il pallone. Da riscontrare un palo nel secondo tempo dopo una trattenuta e un gol in fuorigioco dopo assist di Jovetic. Tutto sommato l’argentino è sembrato uno dei pochi ad essere appena in condizione ma non ha inciso più di tanto.

  •   
  •  
  •  
  •