Inter: la crisi parte dal passato

Pubblicato il autore: Piero Giannoni Segui

ManciniIN QUESTE AMICHEVOLI ESTIVE, L’INTER NON INCANTA MA LA CRISI PARTE DA LONTANO
Era la sera del 22 maggio 2010 e l’Inter di Josè Mourinho spegneva i desideri europei del Bayern Monaco, con un perentorio 2 a 0. Quella partita resterà nel cuore degli interisti; per aver raggiunto uno storico triplete.
Cosa è accaduto dopo ?? nei periodi seguenti, complici scelte di mercato forse azzardate e la pur giustificata riconoscenza ai senatori; ha portato i nerazzurri ad una flessione di risultati.
L’alternarsi di allenatori e di giocatori spesso non all’altezza ( BenitezGasperini StramaccioniMazzarri ) non ha certamente giovato al processo di ricostruzione. A risentirne è stata sopratutto la rosa , notevolmente indebolita  rispetto agli anni passati, si pensi ad esempio agli acquisti dei vari Rocchi Kuzmanovic, Alvarez, Campagnaro, Dodò  e molti altri.
Neppure facendo un grande sforzo si riuscirebbe a paragonarli con il team precedente(Milito, Eto’o, Sneijder Cambiasso etc) ed ecco qua che anche le casse interiste  risentono della mancanza di vittorie (oltre 107 milioni in passivo) , con l’arrivo di Erick Thohir e Roberto Mancini, le cose almeno sul mercato sembrano cambiate(passivo di 80 milioni)
Acquisti importanti quali Miranda (15 milioniMurillo (8 milioniKondogbia (36 milioni) Jovetic(15 milioni), dovrebbero sulla carta restituire all’Inter il blasone di un tempo.
Nonostante gli ingenti sforzi fatti sul mercato e una rosa ancora incompleta, in queste prime uscite l’Inter non brilla. Vero è che sono solo amichevoli estive ma se una parte della frangia interista attende; l’altra cerca risultati e gioco immediati, con ben 9 giocatori nuoviMancini avrà il compito per niente facile di amalgamare la squadra.
La stagione è alla porte e solo il campo darà conferme o smentite veritiere, chissà che il tecnico jesino non abbia nascosto le carte.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: