Juventus: a Villar Perosa tradizionale festa in famiglia decide Pogba

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

Juventus, Paul Pogba.

IL NUOVO N. 10 DELLA JUVENTUS

SEGNA NELLA TRADIZIONALE FESTA IN FAMIGLIA

FORMAZIONI:

Juventus A (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Rugani, Chiellini, Evra; Pogba, Sturaro, Vitale; Coman; Mandzukic, Zaza. A disposizione: Neto, Rubinho, Barzagli, Bonucci, Isla, Caceres, Padoin, Macek, Tello Dybala, Llorente Juventus A in maglia bianconera.

Juventus B(4-3-2-1): Audero; Lirola, Parodi, Blanco, Zappa; Slivka, Bouy, Rossi; Kastanos, Vadalà; Pozzebon. A disposizione: Del Favero, Vitali, Consol, Beruatto, Coccolo, Pellini, Romagna, Eleutieri, Favilli, Bove, Clemenza, Cassat. I giovani con la maglia rosa

Arbitro della Partita Luca Pairetto

Curiosità:

I due capitani sono i due portieri Buffon e Audero, la prima di Pogba con il n.10, c’è Chiellini dal primo minuto dopo l’infortunio, il giovane Vadalà, l argentino, arrivato a Torino nel giro dell’operazione Tevez, sfiderà i compagni con i quali ha condiviso la preparazione. Ed infine non c’è John Elkann, per motivi di lavoro.

I TRE TROFEI IN CAMPO:

Giro d’onore con le coppe e bagno di folla per tutta la Juventus. Per Andrea Agnelli con tanto, a bordo campo, di coppa dello Scudetto nelle mani di Buffon, la Coppa Italia in quelle di Chiellini, e la Supercoppa Italina sfida dello “Shanghai Stadium” in quelle di Pogba, che, con i gol di Mandzukic e Dybala hanno regalato alla formazione di Allegri il primo trofeo della nuova stagione

PRESENTAZIONE:

Nonostante sia il 19 agosto settimana praticamente centrale delle meritate ferie, continua come ogni anno il connubio fra la Juventus e i suoi tifosi, con il consueto appuntamento annuale a Villar Perosa, che, ha rimarcato ancora di più che la Juventus anche quest’anno c’è. Senza dare il solito numero di tifosi al seguito della squadra, anche oggi il solito bagno di folla impressionante.

La gara amichevole che si è disputa fra Juventus A e Juventus B ha assunto i contorni di una partita importantissima per i supporters bianconeri, per vedere all’opera i suoi “nuovi gioielli”, ma, nello stesso tempo visto i tanti infortunati, vedi Marchisio ultimo in ordine di tempo, si è voluto fare attenzione a non forzare più di tanto con la “cattiveria agonistica” che sicuramente avrebbe messo più entusiasmo al tanto pubblico presente.

Ambiente Juve dunque, “ ricompattato “ come sempre per questa occasione, anche per una semplice partita in famiglia è occasione per far cogliere ai giocatori l’importanza di far parte della Juventus.

LA CRONACA:

Il risultato resta fermo sullo 0-0 fino al 26’. Ma pochi minuti prima Allegri opta già per un cambio, entra Neto al posto di Buffon. Ma come avevamo detto in premessa, i giovanissimi di Grosso giocano con il freno tirato, pur se l’approccio dei ragazzi e ottimo, mentre la squadra di Allegri non sembra volersi impegnare più di tanto, questo fa si, che i ritmi della partita sono decisamente bassi, poi, il grande caldo fa il resto condizionando e tanto lo spettacolo.

Al 37′ arriva la prima e vera preoccupazione per Mandzukic, che si avvicina alla panchina con la borsa del ghiaccio. Il croato ha rimediato una botta proprio nelle battute iniziali, e pur stringendo i denti fino a pochi minuti fa, ora è costretto a fermarsi.

Al 38’ Zaza va via in contropiede, ma sbaglia il controllo prima dell’ultimo dribblaggio e l’azione offensiva sfuma

Finalmente al 39′ una grande azione della Juventus, con un traversone di Sturaro in area, Llorente fa da sponda con il petto per Zaza che calcia praticamente da terra vicino al dischetto del rigore e colpisce in pieno il palo.

Al 43’arrriva il gol del n. 10 Paul Pogba. Il francese si procura la sfera al limite, simula il passaggio e invece fa partire un mielato tiro a giro col sinistro che non è il suo piede e la palla entra nell’angolino, alla destra di Audero che nulla può.

Finisce dopo un minuto di recupero il primo tempo tra Juve A e Juve B 1-0. Risolve per il momento il gran bel gol di Paul Pogba allo scadere. Bene per i giovani di Fabio Grosso che ha tenuto bene il campo.

RIPRESA:

Inizia il secondo tempo con tanti cambi da una parte e dell’altra. La Juve A presenta Barzagli, Bonucci e Caceres davanti a Neto, e dopo appena 10’ Neto lascia il posto a Rubinho.

Minuto 11. La partita sembra ora più interessante con una giocata stupenda di Dybala che ferma al volo e calcia la palla mentre stava scendendo, sfera di pochissimo fuori.

Al 15’ una bella conclusione di Clemenza che Rubinho pronto e mette in angolo.

Cresce sempre più l’intesa tra Dybala e Llorente che stanno mettendo in atto, tutto quello che in questo mese di ritiro hanno preparato.

Verso meta tempo c’è spazio per un’ incursione di Pereyra in area, ma la partita finisce qui anticipatamente con la pacifica invasione di campo dei tifosi, come oramai da tradizione.

Ha deciso il match Paul Pogba 1-0 di sul finire del primo tempo.

  •   
  •  
  •  
  •