Parte il progetto San Paolo

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

san paolo

Ecco il nuovo progetto dello Stadio San Paolo che prevede un’ampia ristrutturazione dell’impianto: verrà rimossa la secolare pista atletica, chiusi primo e terzo anello; maxischermi e panchine incastrate nelle tribune su modello inglese. Due anni la durata dei lavori.  Ecco che, è arrivata la bella notizia dei lavori di ristrutturazione dell’impianto che dureranno due anni e ridaranno allo Stadio San Paolo lo smalto di una volta, permettendogli anche in futuro magari di poter ospitare finali di UEFA Champions ed Europa League. Ecco che ora dovrà decidere l’amministrazione comunale che si riunirà già lunedì per portare avanti il progetto in modo daper affidare lo stadio alla società azzurra fino all’inizio dei lavori. De Laurentiis sborserà circa 22 milioni di euro par far si che questo decisivo riammodernamento, anche per consolidare il San Paolo a livello europeo, vada avanti.  La chiusura del primo e del terzo anello consentirà da una parte di “inglobare” le panchine su modello inglese nelle tribune centrali, dall’altra di installare due maxischermi.

Almeno venticinque le Skybox che saranno presenti nell’impianto, mentre grande importanza sarà data anche al settore “terziario”, ovvero tutti i servizi non strettamente legati al giorno della partita: centri commerciali, cinema, negozi, museo della squadra che ricorderà soprattutto i periodo a cavallo tra gli anni Settanta, Ottanta e Novanta, e naturalmente Diego Armando Maradona. Verranno anche ristrutturati i parcheggi, recuperando i circa 600 posti auto sotterranei realizzati per i Mondiali di Italia ”90 e di fatto mai utilizzati, oltre naturalmente ad una ampia riqualificazione dell’area. Costo dei lavori: venticinque milioni di euro. La durata è stata calcolata in due anni, considerando anche che nel mentre il Napoli continuerà a giocare nell’impianto: lavori che dunque procederanno per sezioni. Il Napoli, infine avrà lo stadio, per circa 99 anni a sua disposizione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: