Ventura: “Abbiamo voglia di dare emozioni”

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

IMG_5173

In sala stampa per la “prima” conferenza stagionale

ha parlato Giampiero Ventura

Per la presentazione della partita di Coppa Italia contro il Pescara che si giocherà domenica sera all’Olimpico con calcio d’inizio alle ore 21.15 per la “prima” conferenza dopo quasi un anno di “mutismo” della società del presidente Cairo, ha parlato il tecnico Giampiero Ventura prima di andare in Sisport per l’allenamento, ha incontrato la stampa per presentare la gara  contro la squadra del collega Massimo Oddo.

Una gara, quella con gli abruzzesi che apre la stagione ufficiale, che il tecnico granata ha esaminato così:

Gli undici che entreranno in campo:

” Dubbi sulla formazione? abbiamo una struttura con punti fermi e altri che si stanno inserendo un po’ alla volta. E’ chiaro, che partiamo dalle certezze per dare tempo a chi è arrivato da poco di inserirsi”

Obiettivi:

“ Gli obiettivi sono figli di quello che sei e vuoi diventare, secondo me dobbiamo porci degli obiettivi ben precisi appena raggiungiamo 40 punti. Parlare adesso di obiettivi è estremamente pericoloso dando pressione ai giocatori nuovi che sono arrivati. Se facciamo le cose bene nulla c’è precluso. Esempio di due anni fa giocavamo con il Pescara, la stessa squadra che ha perso poi, è andato in Europa. Tutto dipende da noi. Per quanto riguarda poi i rischi ha detto: “ Se fai bene puoi battere chiunque, il nostro avversario da battere e la presunzione è parlo a 360 gradi.”

A proposito del gruppo amichevoli e ritmo partita:

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, Zidane: "Con l'Inter sarà una finale"

“Tutti quelli che sono arrivati a far parte del gruppo hanno una buona base di partenza su cui lavorare, poi occorre la voglia di diventare. Nel ritiro estivo è stato fatto un ottimo lavoro, abbiamo disputato amichevoli contro squadre di livello minore rispetto ad altri squadre che hanno affrontato squadre più importanti, alla fine potremmo pagare qualcosa dal punto di vista del ritmo”.

Mercato:

“ Senza entrare nel dettaglio io rimango dell’idea quando arrivano delle offerte inrinunciabili bisogna analizzare, è evidente che il nostro obiettivo e avere tanti offerte. A tre giorni del campionato lasciano il tempo che trovano. Quando noi abbiamo voluto un giocatore ci siamo mossi andando alla società e chiedere. Oggi questo problema non si pone.”

Rosa di qualità:

” Che la rosa si di qualità non c’è dubbio, credo che abbiamo fatto una buona rosa. Tutte le squadre possono essere migliorabili. Il passaggio dall’anno scorso ad oggi è stato ottimo. “

Il precorso formativo della squadra:

“ Fa parte del percorso che l’anno scorso ci ha portato a fare a meno di 7 giocatori già dal mese di dicembre e comunque a far bene in campionato e Europa League, con solo 16-17 giocatori effettivi. Non dobbiamo aspettarci grandi cose, stiamo lavorando per essere una squadra formata da calciatori che vogliono diventare protagonisti. Credo che tutti hanno buone e ottime prospettive, abbiamo una base di partenza per lavorare sta la voglia del giocatore per lavorare. Porto l’esempio di Darmian che andato al Manchester United, lo stesso discorso vale per tutti gli altri. La crescita dei calciatori deve avvenire in modo naturale, non mettiamo mai pressione sui nostri giocatori. Tutti sanno che c’è molto da lavorare e sanno che qui ci sono i presupposti per fare bene. Occorrono umiltà, sacrificio e voglia di arrivare.”

Sarà il campo a dire chi siamo:

Leggi anche:  Dove vedere Palermo Turris streaming e diretta Tv Serie C

“ Abbiamo un approccio diverso, noi non mettiamo pressione la crescita deva arrivare in modo Naturale. Sono convito per esempio che Benassi quest’anno farà un buon campionato, credo che conta lo spirito di sacrifico tutto il resto sono parole e con i fatti che si arriva al risultato. Lo dirà obiettivamente il campo abbiamo dei giocatori con caratteristiche ben precise è evidente che c’è la possibilità di fare cose diverse per esempio in attacco, sono cambiate le caratteristiche dei calciatori. Tutti stanno lavorando per acquisire dei nuovi concetti avendo delle loro abitudini. Qui oggi si devono adattare a nuove situazioni. Credo che abbiamo una compattezza di squadra. Rispetto all’anno scorso partiamo avvantaggiati L’esperienza ci ha fatto capire che siamo in grado di giocarcela con tutti.”

La qualità del campionato:

Leggi anche:  FC Barcelona - Il Barça B di Koeman si qualifica con una rotonda vittoria 4-0

“ La qualità è decisamente salita sono arrivati giocatori importanti campionato assolutamente diverso dagli ultimi molto equilibrio, credo che sia il campionato delle incognite faccio l’elenco delle prime 3 squadre esempio Juve: sono partite 3 giocatori importanti e ne sono arrivate altrettanto. E quanto questi hanno inciso nel campionato è chiaro ad esempio Pirlo ha deciso ¾ partite da solo. La Roma ha fatto una campagna acquisti soprattutto davanti importantissima- Il Napoli ha preso un allenatore che per la prima volta si cimenta con una piazza importante e potrà riservare qualunque sospesa.”

Percorso di emozioni tutti insieme:

“ Credo cha abbiamo intrapreso la strada giusta,  è tornato il Torino. La partita di domani è una di una lunga serie. Io vorrei quello che ho sempre sognato, l’anno scorso abbiamo finito il campionato con 18 mila persone a sostenerci, abbiamo fatto un giro di campo di saluti abbiamo vissuto esperienze insieme, abbiamo voglia di dare emozioni. “

Infine, un invito della Società, è quello di acquistare il biglietto della partita in anticipo, per evitare eventuali code all’ingresso allo stadio

  •   
  •  
  •  
  •