Vojvodina Sampdoria, lettera di Ferrero ai tifosi

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

ferrero

Mancano poco meno di 24 ore alla gara di ritorno tra Vojvodina Sampdoria. Un match di ritorno in salita e difficile da recuperare per Eder e compagni dopo il 4 a 0 dell’andata. Proprio in vista di Vojvodina Sampdoria Ferrero ha scritto una lettera si tifosi blucerchiati. Ecco la lettera completa del vulcanico presidente in vista di Vojvodina Sampdoria: 

Non sono partito per Novi Sad (né sarei partito comunque, indipendentemente dal risultato dell’andata) per due motivi. Il primo è perché desidero festeggiare in famiglia il mio compleanno e quello del mio piccolo Rocco, a cui voglio regalare un momento di serenità e di felice normalità. Il secondo è che, nei confronti della mia squadra, questo è il momento del rispetto e della fiducia. Fiducia verso chi va in campo, verso chi va in panchina e verso chi mi rappresenta in tribuna. Fiducia nel loro orgoglio, nella loro professionalità e nel loro attaccamento alla maglia che resta la nostra vera, grande bandiera.

Mio padre diceva che fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce. Invece che a Marassi, la scorsa settimana siamo andati all’Olimpico di Torino dove ci sono caduti in testa quattro alberi inattesi. Ma la foresta-Sampdoria, il progetto-Sampdoria continua a crescere. Ed è questa la cosa più importante! Un anno fa ho rilevato una società degnissima ed efficiente che però non sapeva più costruire sogni per se stessa e per i propri tifosi. I risultati dicono che non solo abbiamo ritrovato la voglia di sognare insieme, ma anche di realizzare sogni inaspettati. E questa è la strada tracciata che, al di là di qualsiasi – e rimediabile – incidente di percorso noi continueremo a percorrere!

Roma non è stata fatta in un giorno. E neanche la Sampdoria. Ma i fatti dimostrano che sotto la mia guida le cose belle, persino nel calcio, si possono costruire prima del previsto.

Your President
Massimo Ferrero

  •   
  •  
  •  
  •