Allegri e Buffon si riprendono la Juventus. Zitti tutti…

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

allegri juve

Allegri: “Vittoria meritata ed iniezione di fiducia”

Mister Allegri a gara finita si è congratulato con tutti i suoi ragazzi, da (Santo) Buffon a Cuadrado, procedendo con gli autori dei due gol decisivi, dopo la vittoria contro il Manchester City.

Nessuno si sarebbe aspettato questo risultato diciamocelo chiaro!!!

Il risultato per i  padroni di casa che avrebbero voluto senz’altro una prestazione di altro tipo è pesante, un brutto ko, che dopo 635’ arrivano i gol e che gol!

Svanisce in poco più di 90’ minuti l’attacco prolifico e letale dei padroni di casa, con la Juventus, vice campione d’Europa, che si è dimostrata squadra compatta con tantissima tecnica, ed esce dal covo dei Citizens con una vittoria dal peso speciale e mastodontico, dimostrando un atto di forza non indifferente.

La vittoria di ieri sera, ha fatto vedere che il gruppo c’è, con un gran carattere forte e dalla classe che in pochi possono avere, e che presto la squadra troverà la giusta intesa. Quattro partite sono pochi per dare giudizi definitivi. Lo dice anche mister Allegri a fine gara, quando si presenta contento e quasi senza voce ai microfoni di Premium Sport.

“Ai ragazzi vanno fatti i complimenti, non era semplice», ha esordito Allegri, spiegando da quali basi la Juve è riuscita a ripartire dopo i passi falsi in campionato. «Siamo ripartiti dalle cose semplici, dallo stare ordinati in campo, dal chiudere la linea di metà campo. Abbiamo concesso poco, e le uniche parate di un Buffon straordinario sono avvenute su una palla persa a metà campo, nel primo tempo. Quando, tuttavia, dovevamo fare meglio in fase offensiva”

Sicuramente un brutto il primo tempo, dove sono mancati totalmente o quasi i tiri nello specchio della porta ospite. Un solo pallone giocato dalla Juventus, contro i sette del M. City.

Poi nella ripresa tutta un’altra partita. Con un episodio per aprire la serratura della gara e con delle “idee” incredibili è arrivato l’incubo peggiore  per i padroni di casa. Buffon.  Il portierone azzuro, con una prestazione da n.1  è stato l’ assoluto protagonista salvando la “Signora” e consegnando di fatto ai bomber Mandzukic e Morata la sfera della “svolta”

Ancora Allegri

“Nel secondo tempo ci siamo mossi bene fase offensiva, e non ci siamo fatti prendere né da fretta né dall’ansia”

Poi, per quanto riguarda la conclusione della partita ha detto:

“Il risultato è meritato. Il calcio è strano: Gigi è stato più che straordinario, e poi abbiamo fatto gol noi. Ci abbiamo creduto, mentre in campionato abbiamo creato un sacco e non siamo riusciti a vincere le partite. Ci vuole un po’ di pazienza, questa squadra la sto allenando praticamente da una settimana. Visto quello che abbiamo prodotto contro il Chievo e ciò che abbiamo fatto stasera, posso dire che ci sono le prospettive per fare bene. In campionato, rispetto alla Champions, ci sono meno spazi e vuole più attenzione”.

In Europa, si è visto, è tutto diverso.

“La Champions dà stimoli importanti a tutti», ha confermato il tecnico toscano. «E’ stata una iniezione di fiducia che ci farà lavorare meglio sia in Champions che in campionato: è una questione psicologica. Ciò che ho detto prima della partita, negli spogliatoi, è che in questi momenti bisogna solo pensare alla prestazione, che doveva essere importante per invertire la tendenza. E i ragazzi si sono dimostrati all’altezza, rallentando l’azione del City, a cui non abbiamo concesso tiri a difesa schierata, ma solo con le nostre palle perse, sulle ripartenze”.

Riassumendo tutto in una citazione, “per vincere le partite devi essere bravo in attacco, ma anche ordinato quando difendi”.

E stasera è stato esattamente così. In casa della capolista della Premier League. Fonte dichiarazioni Juventus.com

 

  •   
  •  
  •  
  •