Allegri scommette su Pogba: “Sarà il suo anno”

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

juventus

ALLEGRI SCOMMETTE SU PAUL POGBA. In quel di Nyon, al forum dei tecnici d’Europa, Allegri ha parlato della sua Juventus, in particolare di cosa attende i bianconeri, dopo l’inizio in salita: “Guardo chi è in testa, quindi al Sassuolo. Bisognerà avere pazienza, dopo la sosta recuperò quasi tutti e affronteremo un mese importante. Ora bisogna abituarsi a rincorrere”, le sue parole riportate dall’edizione odierna di  Tuttosport. Si parla, ovviamente, anche del calciomercato ed in particolare di Pogba: “Sono contento che sia rimasto, non ho mai pensato che Paul potesse andare via. E’ un giocatore eccellente, ma è giovane e può migliorarsi ancora. Credo che disputerà un gran campionato, come negli ultimi anni, anzi sono sicuro che questo sarà il suo anno!”. Una battuta anche sull’ultimo arrivato, Hernanes: “E’ un giocatore importante, ha esperienza, qualità tecnica, gol nelle gambe e tira le punizioni. E’ un ottimo acquisto”.

Un pensiero anche alla Champions League, ormai alle porte: “Abbiamo un bel girone, con belle sfide. Il nostro obiettivo è passare il turno. Bisognerà, però, prima pensare al Chievo. Terminata la pausa, dobbiamo vincere la prima partita”. Juventus in crisi? Allegri la pensa diversamente: “No. E’ vero che ci eravamo abituati bene, stando in vetta da 4 anni, però ora bisogna abituarsi a rincorrere perché nel calcio può capitare, altrimenti sarebbe troppo facile. Non è così, quando si gioca a pallone esiste l’imponderabile, che è incontrollabile”. Soddisfatto a quanto pare della chiusura del calciomercato che se da un lato può consentire al tecnico di concentrarsi su un gruppo di calciatori definitivo dall’altro ha portato a Torino tanti nuovi giocatori da inserire nel gruppo storico rimasto a disposizione: “Io non sono un esperto di mercato, posso dire solamente che ho un’ottima rosa, omogenea, su cui poter lavorare. La società ha giustamente raggiunto quanto si era riproposta a inizio estate andando a cambiare diversi elementi. E quando si rinnova è normale che si possano presentare delle problematiche. Il mercato non è stato semplice, ma alla fine abbiamo una rosa competitiva per lottare su tutti i fronti”.

  •   
  •  
  •  
  •