Balotelli, ci risiamo! Ritirata la patente per eccesso di velocità

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

balotelli milanEccesso di velocità a Brescia: patente ritirata per Mario Balotelli
Mario Balotelli ancora al centro di una vicenda extra-calcistica. Da alcuni giorni, infatti, all’attaccante milanista è stata ritirata la patente per eccesso di velocità nei pressi della sua abitazione bresciana, in zona Rigamonti. L’episodio è avvenuto a Brescia, via Branze, zona stadio dove gli è stato imposto l’alt con tanto di paletta dai vigili. Secondo quando si apprende è stato pizzicato dal telelaser e così gli è stata ritirata la patente per eccesso di velocità. Il limite, in quella strada, è di 50 km all’ora: lui l’avrebbe superato di 40 km orari. L’attaccante non nuovo ad episodi del genere era su una Lamborghini: stava tornando a casa dopo gli allenamenti a Milanello e un pomeriggio in giro con gli amici. Pare sia stato educatissimo con i vigili: “Scusate, non me ne sono accorto” le parole di Balotelli ma intanto la patente è stata sospesa e spedita alla Prefettura di Brescia, che deciderà la sanzione: il verbale può andare da un minimo di 531 a un massimo di 3.313 euro, dipende dalla velocità. Tireranno una riga anche sui punti della patente (dai 6 ai 10), mentre la sospensione può arrivare fino a un anno.

Dal suo ritorno in Italia al Milan questo è il primo episodio fuori extracalcistico in cui viene tirato in ballo Balotelli, nonostante avesse più volte dichiarato di essere cambiato e di voler evitare a tutti i costi le sue proverbiali “balotellate”. Il Milan ha addirittura instituito un codice etico personalizzato per Super Mario proprio per fare in modo che il calciatore italiano assuma un atteggiamento consono ad un prestigioso club come quello rossonero. Nonostante l’impegno sembra che Balotelli proprio non riesca a non far parlare di se fuori dal campo in attesa del suo esordio ufficiale in maglia rossonera. Certo che episodi come questo del ritiro della patente non fanno altro che far tornare alla mente di tutti il primo Balotelli dell’esperienza milanista con la possibilità di vedere rimandato a chissà quando il suo debutto con il Milan. Intanto nell’immediato, in attesa delle decisioni della Prefettura di Brescia, dovrà giocoforza trovarsi un passaggio da qualche collega per recarsi a Milanello per gli allenamenti.

 

  •   
  •  
  •  
  •