Buffon fa 150 presenze in Nazionale e rilancia: “Voglio continuare a fare gare di livello”

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

Goalkeepers Gianluigi Buffon (Juventus)BUFFON  RECORD MAN AZZURRO: STASERA 150 PRESENZE CON LA NAZONALE. L’azzurro è ormai una seconda pelle per Gigi Buffon, che stasera contro la Bulgaria allo stadio Renzo Barbera di Palermo taglierà lo storico traguardo delle 150 presenze in Nazionale. Dal 1997, dal suo esordio a 19 anni contro la Russia (andata dello spareggio per le qualificazioni ai Mondiali), il capitano è una certezza per l’Italia, una delle poche negli ultimi tempi. Per la Nazionale italiana il suo è un record assoluto: nessuno ha mai disputato così tante partite in maglia azzurra. La gioia più grande è stata sicuramente la vittoria del 2006 ai MondialiGià, la sua storia in Nazionale inizia ormai quasi vent’anni fa, diciotto per la precisione, e non son state sempre rose e fiori, come vedremo. L’esordio però fu perfetto: il 29 ottobre 1997, nel gelo di Mosca, delicatissimi playoff di qualificazione mondiale, a 19 anni entra nel secondo tempo al posto di Peruzzi e sfodera subito una prestazione da superman, con una parata all’angolo quasi inverosimile.

Ecco le impressioni dello stesso Buffon su questo importante traguardo: “150 presenze? Sono tante. Se ambirei ad arrivare a 200? Non è un mio obbiettivo. Io voglio farmi trovare presente, fare gare di alto livello e performare ancora ad alto livello, poi se saranno 10, 20, 30 o 2 lo vedremo”. Gigi Buffon è felice di raggiungere le 150 presenze in nazionale ma guarda avanti. Il portiere della nazionale e della Juventus spiega però come si fa a mantenere voglia di stupire. Ci sono tante pausa tra una gara e l’altra della nazionale e ogni volta che vieni sembra che ci siano delle novità ed è sempre una novità. La cosa bella del diventare più maturi è quella di acquisire consapevolezza, che vuol dire capire ciò che si è fatto e si sta facendo e assaporarne il valore, quindi non puoi poi peccare di presunzione o di snobismo”.

  •   
  •  
  •  
  •