Bundesliga, crolla in casa il Borussia Mönchengladbach

Pubblicato il autore: Daniele Triolo Segui

Bundesliga

Bundesliga, colpo dell’Amburgo che espugna 3-0 lo ‘Stadion im Borussia Park’: doppietta per Lasogga, acuto di Müller: crisi nera per il ‘Gladbach

La Bundesliga riserva sempre grandissime sorprese. In questo weekend si disputa la quarta giornata di campionato e, nell’anticipo di ieri sera, l’Amburgo ha sorprendentemente espugnato, con un largo 3-0, lo ‘Stadion im Borussia Park‘ di Mönchengladbach, lasciando i padroni di casa a quota zero punti in classifica. Per gli uomini di Lucien Favre, quarta sconfitta su quattro partite disputate: un inizio da incubo per una squadra che, nella scorsa stagione, aveva meravigliato tutti per cinismo, concretezza e costanza nei risultati. Un cammino quasi perfetto che aveva riportato il ‘Gladbach a riassaporare persino la Champions League, dove è inserito nel girone eliminatorio insieme a Juventus, Manchester City e Siviglia.

Leggi anche:  Ultim'ora, precipita aereo in Brasile: morti 4 giocatori e il presidente del Palmas

Per l’Amburgo, al contrario, si tratta della prima vittoria esterna stagionale in Bundesliga, conquistata su un terreno storicamente ostico: la cura Bruno Labbadia, che nelle battute finali del passato campionato ha garantito la salvezza all’HSV, sembra funzionare anche in questa stagione. L’Amburgo sembra poter navigare in acque decisamente più tranquille, soprattutto ora che ha recuperato a pieno regime Pierre-Michel Lasogga, il suo panzer da area di rigore. Proprio Lasogga, ieri sera, ha sbloccato il risultato a Mönchengladbach, dopo un bell’inizio dei ragazzi in maglia blu, approfittando di uno sciagurato retropassaggio della difesa di casa ed aggirando con rapidità l’estremo difensore del BMG, Yann Sommer.

La reazione del Borussia Mönchengladbach sta tutta in una conclusione di Tony Jantschke, che non crea particolari pericoli dalle parti di Jaroslav Drobny. Ivo Iličević è uno degli uomini più in palla dell’Amburgo, e ciò lo si apprezza al 29′, quando semina la difesa di Favre per poi concludere però malamente a lato. Al 43′, è dal suo piede che nasce il raddoppio dell’HSV. Corner del croato, colpo di testa del solito Lasogga, leggera deviazione che inganna Sommer e 0-2, punteggio con il quale si chiude la prima frazione. Nella ripresa, l’Amburgo mette definitivamente in ghiaccio la partita: rilancio lungo di Drobny, la retroguardia del Borussia Mönchengladbach dorme, e consente l’inserimento dalle retrovie a Nikolai Müller, che con un delizioso lob in corsa supera Sommer in uscita. 0-3, e partita virtualmente conclusa.

Leggi anche:  Lega Pro Girone B: Mantova di misura sulla Fermana, tre punti per la zona playoff

L’ultima mezz’ora è di pura accademia per l’HSV, con Albin Ekdal e compagni che amministrano il triplo vantaggio senza particolari patemi d’animo, mentre per il ‘Gladbach, che prova quantomeno a trovare il gol della bandiera con Ibrahima Traoré prima e Havard Nordtveit poi, è notte fonda. La Bundesliga chiede di ritrovare quanto prima una delle sue protagoniste.

  •   
  •  
  •  
  •