Crisi Juve, nessuno ci crede ma è ora di reagire!

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

juventus udineseCRISI JUVE? NO, GRAZIE! Al lavoro per tornare a vincere da subito. E’ questo l’imperativo che regna in casa Juve dopo le prime due deludenti uscite in campionato entrambe terminate con una sconfitta e che hanno relegato per la prima volta nella sua storia la squadra bianconera a zero punti in classifica dopo due giornate. Tanto si è detto su questa squadra soprattutto per via della rivoluzione estiva che ha visto partire alcuni punti fermi delle ultime stagioni come Tevez, Vidal e Pirlo. Nonostante il primo trofeo della stagione in bacheca grazie alla vittoria di Shangai contro la Lazio in Supercoppa il campionato ha mostrato una Juve seppur volenterosa ma lontana dalla squadra schiacciasassi degli ultimi 4 anni. Crisi? Nessuno vuole crederci. In questi giorni sono stati tanti tra gli addetti ai lavori ad occuparsi della situazione particolare in casa bianconera. Ancelotti, Trapattoni, Lippi, Zamparini, tutti hanno detto la loro sulle due sconfitte iniziali della Juve e su una possibile crisi dovuta ai tanti cambiamenti effettuati a fine stagione. Nessuno però crede alla crisi dei bianconeri. Anzi tutti coloro che sono stati chiamati in causa hanno confermato che la Juventus sarà anche quest’anno la squadra da battere sia in Campionato e perché no anche in Europa. Tra le cause principali di questa partenza con il freno a meno tirato c’è da sottolineare la miriade di infortuni accorsi ai calciatori bianconeri con Morata, Chiellini e Barzagli prima e Khedira e Marchisio poi. Inevitabile poi che cambiando la spina dorsale della squadra c’è bisogno di più tempo affinché i nuovi possano trovare l’amalgama e l’affiatamento con il resto dei compagni ed esprimersi sui livelli che tutti conoscono.

Manduzkic e Dybala su tutti. Non sarà certo facile far dimenticare un campione del calibro di Carlitos Tevez, ma la dirigenza bianconera crede ciecamente in loro sia per il presente che per l’immediato futuro. Anche Massimiliano Allegri non ha mai avuto dubbi sulla rosa a disposizione e si è detto sicuro che sin dalla gara di sabato contro il Chievo ci sarà il vero inizio di campionato della Juventus. Con l’arrivo di Hernanes nell’ultimo giorno di mercato ci sarà la possibilità di poter schierare la squadra con il famoso trequartista o eventualmente cambiare a gara in corso sfruttando l’ecletticità di Cuadrado e la spinta di Alex Sandro, i più attesi tra i nuovi arrivi. Nessuna crisi quindi in casa Juventus ma la consapevolezza che serve reagire da subito e tornare immediatamente alla vittoria per recuperare l’inizio non certo brillante di campionato. I tifosi si aspettano una reazione sul campo nella gara casalinga contro il Chievo di sabato sera che deve segnare l’inizio della rincorsa alle squadre che ancora una volta si troveranno a battagliare con i bianconeri per il titolo di campioni d’Italia. Nessuna crisi dunque ma l’ora di tornare a vincere è arrivata.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: