Emanuele Giaccherini: “Juve resterà protagonista”

Pubblicato il autore: Maria Giorgia Corolini Segui

giaccherini

Emanuele Giaccherini, a pochi giorni dalla sfida alla Sampdoria,si confida in una lunga intervista al Corriere di Bologna, città dove è tornato a giocare grazie all’insistenza del club e del ds Corvino: “Dopo un anno fermo questa è un’occasione importante– ha detto Emanuele Giacchierinidevo fare benissimo sia per me che per il club, poi tireremo le somme. Non vedo l’ora di scendere in campo. La Nazionale? Mi piacerebbe tornarci ma anche se devo moltissimo a Conte prima c’è il campionato dove fare bene con il Bologna“. “Da affinare” l’intesa con Destro, “passatala nostalgia per l’Italia, ora che è tornato a casa dopo l’esperienza in Inghilterra: “Ma sono sempre uscito con i compagni, anche a Torino. Ci si vedeva fuori dal campo con Marchisio e Chiellini“.

E proprio a proposito di Juventus Emanuele Giaccherini si dice sicuro: “Ha perso tre giocatori importanti, ma sta buttando le basi per il futuro. Non so se la Juve vincerà il campionato, ma sarà protagonista e resterà la squadra che tutti cercheranno di battere“. La Juventus, del resto, “ha delle regole“: “E la prima è che devi vincere. Se hai già vinto non conta: devi vincere di nuovo. Conta solo quello che fai, se sgarri sei fuori”. “Per uno che come me veniva da Cesena- continua Emanuele Giaccherini– lì o migliori o muori. […] Arrivavo che la Juve veniva da due settimi posti, e Giaccherini non era nessuno. Per questo è stata ancora più bella la vittoria. E poi grazie alla Juve sono andato in Nazionale“.

  •   
  •  
  •  
  •