Esonero Garcia: tre ex pronti a prenderne il posto

Pubblicato il autore: Maurizio de Strobel Segui

esonero garcia

Esonero Garcia: a Roma, da questa mattina, anzi, da ieri sera alle 22.45, non si parla d’altro. La sconfitta in Champions League per 3 a 2 contro i modestissimi ucraini del Bate Borisov ha aperto uno scenario che potrebbe concretizzarsi in maniera clamorosa già nelle prossime settimane, se non addirittura nei prossimi giorni. Il possibile esonero Garcia, paventato già nel corso dell’estate, adesso ha subìto un’improvvisa accelerata, perché le voci di malcontento in seno alla società c’erano già prima della partita di ieri sera col Bate Borisov. Qualcosa non va, qualcosa si è rotto, forse in maniera definitiva. Sotto accusa, ancora una volta, le scelte di formazione del mister giallorosso, l’approccio molle alla partita, le tardive modifiche e le dichiarazioni post gara, in cui Garcia ha scaricato sui giocatori le colpe di una sconfitta della quale anche lui è responsabile.

Leggi anche:  Napoli- Milan. Quella volta che...i rossoneri operarono il sorpasso

Esonero Garcia: i nomi dei possibili sostituti

E se l’ipotesi di un possibile esonero Garcia nella capitale prende sempre più piede, come sempre accade in questi casi vengono fuori anche i nomi dei possibili sostituti. E non è un caso che tutti e tre abbiano avuto un passato con i colori giallorossi, chi come giocatore, chi come allenatore, chi come giocatore ed allenatore. Parliamo infatti di Carlo Ancelotti, Luciano Spalletti e Vincenzo Montella, tutti e tre amatissimi nella piazza capitolina. Il tam tam delle radio romane e dei social non esprime un’unica preferenza, ma forse Montella è quello che gode maggiormente della stima dei tifosi giallorossi. Il tecnico a Roma verrebbe di corsa, qui ha iniziato la sua carriera da allenatore, durata però troppo poco per poter mettere in mostra tutte le proprie qualità. Ancelotti e Spalletti hanno ingaggi forse fuori portata, ma magari potrebbero ascoltare il cuore, chi lo sa. Per ora, però, nulla di ufficiale sull’esonero Garcia: certo che se anche a Palermo le cose non dovessero andare per il verso giusto, la società sarebbe chiamata ad intervenire, in un verso o in un altro.

  •   
  •  
  •  
  •