Felipe Melo: “L’Inter mi paga per essere cattivo”

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

Felipe-Melo-AllenamentoL’Inter ha trovato il suo gladiatore di centrocampo. Felipe Melo, ex Fiorentina e Juve, è tornato in Italia con le idee chiare. E le ha subito messe in pratica. Un concentrato di grinta, determinazione e cattiveria agonistica. Le sue parole, durante un evento di sponsorizzazione al quale ha partecipato, non lasciano spazio a dubbi: “Voglio vincere sempre. L’Inter mi paga per essere cattivo e professionista. Il mio soprannome? Me ne danno tanti. Comandante non mi dispiace, visto che guido il centrocampo credo sia azzeccato”. Le dichiarazioni rilasciate da Felipe Melo a La Gazzetta dello Sport ci restituiscono un giocatore d’altri tempi, per il quale sacrificio, sudore e impegno sono ancora valori importanti.

Le quattro stagioni trascorse in Turchia lo hanno ulteriormente migliorato: ora Felipe Melo può candidarsi a diventare il vero leader e trascinatore del centrocampo nerazzurro. Felipe Melo attende con ansia la sfida contro la Juve e, anche se non lo dice, di certo nutrirà sentimenti di rivalsa sportiva nei confronti del club che, forse, lo ha lasciato partire troppo presto. Intanto i tifosi dell’Inter ne iniziano ad apprezzare attaccamento alla maglia e spirito di sacrificio. La seconda avventura di Felipe Melo in Italia è appena iniziata. Se il buongiorno si vede dal mattino, beh, sarà davvero una stagione piena di sole..

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter, Eriksen addio a gennaio: sul danese arriva l'Arsenal
Tags: