Juventus Siviglia Allegri: “gara equilibrata”. Buffon suona la carica

Pubblicato il autore: Antonio Chiera Segui

allegri

Allegri: ”Con il Siviglia gara equilibrata”

“È una partita quasi fondamentale per il passaggio del turno. Servirà grande determinazione”

Buffon suona la carica!!!

Juventus Siviglia può iniziare.

Sarà anche una partita equilibrata come dice Allegri, ma la Juventus non può commettere più errori.

Questo in sintesi, il concetto di Max Allegri che ieri ha detto ai giornalisti in sala stampa per la sfida contro il Siviglia che: “Servirà una partita di grande determinazione. E’ quasi fondamentale per il passaggio agli ottavi, anche perché se no non daremmo seguito alla vittoria di Manchester.” Poi ha detto a proposito del cammino in campionato: “ Sia noi che il Siviglia siamo partiti male, ma in Champions loro hanno battuto il Borussia, noi abbiamo vinto in Inghilterra, quindi sarà una gara equilibrata”.

Vincere oggi non solo consentirebbe alla Juventus di arrivare prima del gruppo D in solitaria, ma darebbe anche uno scossone a tutto il gruppo, dopo le difficoltà iniziali in questo avvio di campionato Allegri: «Abbiamo fatto tre prestazioni importanti finora, a Shanghai, Manchester e a Genova. Quella deve diventare la normalità. Questa squadra ha qualità, ma deve abituarsi a conoscere almeno due moduli e, visto che sono cambiati dieci giocatori rispetto allo scorso anno, non ce ne sono di consolidati. Inoltre, giocando ogni tre giorni, devo far ruotare gli uomini perché non possono essere ancora abituati a scendere in campo tanto spesso per vincere sempre. Non è solo e tanto una questione di stress fisico, quanto di stress mentale, anche perché al momento non siamo in grado di chiudere le partite in 60 minuti. L’esempio è la gara di Genova, dove in 10 contro 11 abbiamo faticato, o quella con il Frosinone, che non siamo riusciti a chiudere. Inoltre, giocando ogni tre giorni il rischio di stop aumenta, ne è la prova l’ultima settimana, durante la quale, con tre gare di campionato, sono aumentati gli infortuni muscolari anche nelle altre squadre”.

La sosta del campionato sembra arrivare al punto giusto, dove la Juventus dovrebbe ritrovare i giocatori ora fermi in infermeria e nel frattanto, per la gara contro il Siviglia, ritrova Khedira Allegri: “Giocherà dall’inizio, è un elemento di caratura internazionale e anche se non avrà autonomia per novanta minuti, sarà della partita”.

Allegri e sicuro su l’ impegno dei suoi ragazzi ed appunto per questo fornendo in anticipo la formazione ha voluto mandare un messaggio chiaro a tutto l’ambiente: “Giocheranno Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Khedira, Pogba, Evra, Morata, Dybala ovviamente per scontato è l’impegno di Gigi Buffon. L’ultimo lo tengo per me”.

Anche il portierone bianconero ha voluto dire la sua sull’incontro di questa sera: “Prima riusciamo a giocare come sappiamo e prima risolveremo i nostri pseudo problemi. Dipende solo da noi, se hai la fortuna di essere una squadra forte come la Juventus hai solo un problema di doverlo dimostrare sempre. In questo inizio di stagione ogni tanto ci siamo riusciti e ogni tanto no”.

Il Siviglia arriva al momento giusto per dimostrare tutto il valore del gruppo Juve. Ancora Buffon “Serve essere equilibrati e mantenere intensità emotiva per 90 minuti. Adesso abbiamo la possibilità di mettere una seria ipoteca sulla leadership del girone e una vittoria cancella in un attimo il passato. Abbiamo bisogno di fare una buona prestazione e conquistare i tre punti, Sarà una partita complicata, d’altronde lo dice la storia recente del Siviglia. Anche loro, un po’ come noi, non stanno brillando in campionato, ma in Coppa hanno esordito con una netta vittoria”.

Sarò quel sarà dice una canzone, per Buffon e Allegri di partita equilibrata” penso che alla fine ne vedremo poco per questo, le parole di Gigi suonano come una vera  “carica”. Buffon non si nasconde come il suo solito e punta subito il dito su tutti: “I primi a essere consapevoli che si poteva e si doveva fare meglio in questo inizio di stagione siamo noi. Detto questo, una volta focalizzato il problema, è inutile soffermarsi a pensare. Abbiamo giocato poche partite, dobbiamo vivere il presente con le sue problematiche, senza perdere la voglia di pensare in grande per il futuro. D’altronde abbiamo la consapevolezza che, tirati a lucido, possiamo giocarcela contro chiunque e lo abbiamo anche dimostrato in campo. La partita contro il Manchester conferma tutte le nostre potenzialità, dobbiamo trovare continuità e mantenere prestazioni su alti livelli”.

Quella di Napoli è stata una dura lezione. Stasera la Juventus scenderà in campo allo JStadium in un modo differente. Lo ha detto Allegri, lo ha confermato Gigi Buffon. E’ una partita a sé quella di Champions e Manchester  ne è una prova. Accantoneranno se pur per poco il campionato, penso che in questa stagione sia anche giusto visto l’inizio e dedicarsi al primo obiettivo che e la coppa, considerato che a mollare per primo il discorso scudetto è stato lo stesso Buffon.

Leggi anche:  Dybala si tuffa e cerca il rigore in Benevento-Juventus? La dura reazione di Ziliani su Twitter

Per Allegri c’è ancora un esame da superare!!!

La foto è di Bruno Peruzzini

 

  •   
  •  
  •  
  •