L’Inter mette la quinta, Inter-Verona 1-0

Pubblicato il autore: Piero Giannoni Segui

inter-veronaI NERAZZURRI BATTONO IL VERONA E SALGONO A QUOTA 15 PUNTI IN CLASSIFICA
Allo stadio Giuseppe Meazza  di Milano va in scena la quinta giornata di campionato, ad affrontarsi Inter e Hellas VeronaMancini sceglie un assetto offensivo, optando per un 433 formato da Handanovic, SantonMiranda  Medel  ; Telles, Melo, Guarin, Kondogbia, Perisic, Ljajic, Icardi.
Roberto Mancini, conferma il tridente, con l’unica eccezione rappresentata da Adem Ljajic al posto di Jovetic.
Stesso modulo per Andrea Mandorlini, con Rafael, Bianchetti, Moras, Helander; Pisano , Sala, Viviani, Greco,AlbertazziGomez  e Pazzini. Match partito a rilento tra le due compagini, complice un’Inter che non riesce a spingere, visto l’assetto tattico prudente degli scaligeri.
Il primo colpo di scena avviene al minuto 21 quando uno scontro di gioco con Felipe Melo, costringe Pazzini alla prematura uscita dal campo; lasciando il posto all’ex interista Siligardi.
Minuto 30 Icardi, prova ad avvitarsi per il colpo di testa ma la palla termina fuori. Passano cinque minuti ed i nerazzurri sfiorano il vantaggio, con Kondogbia che sugli sviluppi di una mischia, prova a la conclusione acrobatica con tiro di poco alto.
Al minuto 40è l’Inter a rischiare grosso, a causa di un contatto tra Medel e Siligardi; scatenando le ire dei veronesi, che reclamano un rigore non concesso dall’arbitro Russo.
Proprio sulla sirena è ancora Medel a rendersi protagonista in area scaligera, lasciando partire una gran botta dal limite; sventata dalla difesa del Verona sulla linea.
Il 1 tempo si conclude a reti inviolate sullo

Leggi anche:  Juventus, testa al mercato: aperta l'idea su Milik e Giroud

Nella seconda frazione il copione non cambia, con l’Inter che fa la partita ed un Verona  attento a coprire ogni varco Al minuto 55 però è l’Hellas a  spaventare i nerazzurri sugli sviluppi di un contropiede, nel quale  Jacopo Sala colpisce la traversa ad Handanovic  battuto.
Capovolgimento di fronte, dal quale scaturisce il corner; che porta al vantaggio dell’Inter, con un sontuoso colpo di testa di Felipe Melo, sul quale nulla può l’incolpevole Rafael. L’Inter, galvanizzata dal gol, potrebbe chiudere i conti, con Jovetic ( subentrato a Ljajic ) abilissimo nel servire Perisic, con il croato che impegna severamente la retroguardia veronese.
Gli scaligeri, sembrano aver accusato il colpo, Mandorlini se ne accorge ed opera due cambi , sostituendo Sala con Zaccagni ed Albertazzi con Sopruyen.
Stessa strategia per Mancini, che lascia rifiatare Perisic per l’ex Parma  Bibiany. Non accade nulla fino al minuto 80; quando Siligardi, spara una gran bordata dal limite, impegnando Handanovic.
Sulla spinta veronese, Mancini corre ai ripari e si copre, con Ranocchia a prendere il posto di Telles.
Dopo tre minuti di recupero, la partita si conclude per 1-0.
L’Inter mette la quinta ed è a punteggio pieno a quota 15 punti.  Squadra non spettacolare dal punto di vista del gioco ma quantomai cinica aggressiva nello sfruttare le occasioni.

Leggi anche:  Dybala si tuffa e cerca il rigore in Benevento-Juventus? La dura reazione di Ziliani su Twitter

  •   
  •  
  •  
  •