Milan, il talento di mister Bonaventura per il derby

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Bonaventura-MilanIl calcio è un gioco di squadra dove l’organizzazione tattica e il collettivo sono elementi fondamentali per far funzionare i meccanismi di gioco, ma senza il talento e la creatività dei singoli risulta difficile vincere le partite. Nel Milan di oggi, oltre a Bacca e Luiz Adriano, la qualità ha un nome e cognome italiano: Giacomo Bonaventura, in attesa di Menez è solo lui che può innescare il duo sudamericano là davanti. Nella prima a Firenze Mihajlovic l’ha schierato in mediana sul centrosinistra e Jack è stato travolto dall’entusiasmo viola, riuscendo comunque a trovare qualche discreta giocata. L’ex atalantino si era guadagnato anche un rigore, ma l’arbitro Valeri non è stato dello stesso avviso e ha sorvolato sull’accaduto. Clamorosa la panchina iniziale  contro l’Empoli, in favore di Suso, Bonaventura è entrato poi a mezz’ora dalla fine al posto proprio del deludente spagnolo, confezionando da corner l’assist per la zuccata vincente di Luiz Adriano. Domenica sera c’è il derby, il posto da trequartista sarà quasi certamente suo, visto che Honda continua a non convincere e tornerà a Milanello un po’ affaticato dagli impegni con la nazionale giapponese.

Bonaventura è stato uno dei pochi a salvarsi nella pessima stagione scorsa, è ben visto dai tifosi, è un bravo ragazzo senza creste e tatuaggi, ma deve ancora conquistare la piena fiducia dei Mihajlovic. Il tecnico serbo apprezza ovviamente i giocatori di qualità, ma vuole veder anche rabbia e cattiveria da parte loro in campo, soprattutto in un derby già fondamentale per le due squadre. Jack vuole anche conquistare la piena fiducia di Antonio Conte, uno duttile come lui agli Europei di Francia farebbe molto comodo al C.t., ma il tutto passa da una buona stagione sua e del Milan, a cominciare da domenica sera, i tifosi aspettano, Bonaventura è pronto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: