Napoli-Bruges, San Paolo semivuoto. Meglio o peggio?

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

de laurentiis - de magistris san paolo

Oggi è il giorno della verità, ed è il giorno di un vero esame per il Napoli. Dare la svolta, o continuare questa triste debacle stagionale che farà solo danni e peserà anche sulla persona di Maurizio Sarri. Come si sa, il San Paolo, ha le due curve squalificate, e solo gli altri settori disponibili. Ma non c’è la passione di una volta. E questo è chiaro. Allora sorge spontanea una domanda: Meglio un San Paolo pieno ma poco convinto, o uno stadio vuoto ma speranzoso di una rinascita? Oggi, infatti non si arriverà a 10 mila spettatori. Dato triste, per un settore che arriva quasi a 25 mila spettatori, che un certo supporto lo possono dare. Ci sarà una contestazione fuori le mura dell’impianto da parte dei gruppi organizzati delle curve contro il presidente, ma si spera anche in un po’ di fiducia da parte di chi davvero ci tiene. Il Napoli, in ambito europeo, ha un buon cammino, rientra nelle 20 squadre più importanti d’Europa, dopo 6 stagioni consecutive sui campi continentali. Ora, non ci sono scuse, la vittoria è d’obbligo, per farsi prevalere in Europa, e dare un segno di risveglio e di forza al pubblico che pian piano sta lasciando sola la squadra.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: