Napoli, l’allergia alle piccole

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

SSC Napoli v Club Brugge KV - UEFA Europa League

Non è un caso ormai, con qualunque allenatore alleni il Napoli, che gli azzurri in campionato, nelle gare con le big, danno il meglio di loro stessi, e con le cosiddette provinciali-piccole, trovano una difficoltà assurda nell’impostare le gare, e trovare la via del gol, per drizzarle nella retta via della vittoria. Che conta. Il Napoli, con le piccole o medie, ha totalizzato 2 punti.  Poi, arrivano le sere con Lazio e Juve, e fa il completo ottenendo 6 punti, importantissimi per scontri diretti nella classifica che vale i primi posti. Da domenica, c’è il Milan a San Siro, squadra in difficoltà, che ha già rimediato tre sconfitte; poi la Fiorentina a Napoli dopo la sosta. Si può pensare che il Napoli, affrontando squadre di valore, possa dare il meglio di sé. Ma non è qui, che bisogna dimostrare il vero valore, ma con le squadre, che alzano un muro difensivo, si chiudono in trincea, e fanno di tutto per ottenere un punto (vedi Carpi) o magari, con un contropiede, vincono la partita (vedi Sassuolo). La mentalità da provinciale, la trasformazione di squadra per battere le medio-piccole, e sarebbe perfetto. Ora il Napoli, si prepara per Varsavia, contro il Legia, squadra polacca, che appare in difficoltà anche nel campionato nazionale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Laporta candidato: Koeman è il nostro allenatore. Con Messi stima e rispetto reciproci
Tags: