Robben porta in tribunale la Yandex

Pubblicato il autore: Michele Santoro Segui

robben yandex

Robben porta in tribunale la Yandex – “Se Robben viene al Fenerbahce, mi metto in bikini”. E’ questa la frase incriminata che secondo il sito turco d’informazione “hurryet.com“, avrebbe spinto la stella olandese del Bayern Monaco a citare in giudizio la Yandex, compagnia russa che lavora nel campo informatico e nuovo sponsor dei gialloblù di Istanbul.  Il vero protagonista dello spot pubblicitario è un altro oranje, Robin Van Persie, da quest’anno nuovo attaccante del Fenerbahce, e fiore all’occhiello di un mercato che la scorsa estate ha portato sulle rive del Bosforo, tra gli altri, Simon Kjaer, Luis Nani e Lazar Markovic.

Non è finita qui, perchè in una seconda versione dello spot, al centro dei sogni di mercato del tifoso del Fenerbahce  c’è finito il fuoriclasse del Barcellona, Luis Suarez, ma il testimonial è l’attaccante brasiliano Fernandao. Uso indebito del proprio nome senza autorizzazione: è questa l’accusa che i legali di Robben sarebbero pronti ad usare in tribunale per fare causa al motore di ricerca più utilizzato in Russia, sperando in un risarcimento multimilionario. E chissà che Van Persie non intervenga per fare da pacere tra le due parti.

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •