Roma-Barcellona, conferenza stampa di De Rossi e Garcia (video)

Pubblicato il autore: L@Je58 Segui

conferenza-stampa-de-rossi-garcia

Daniele De Rossi e Rudi Garcia hanno parlato delle loro impressioni in vista del super match di domani sera all’Olimpico, la sfida Roma-Barcellona. L’allenatore carica i suoi ma allo stesso tempo ritiene che sia opportuno restare con i piedi per terra vista la superiorità degli avversari.

“Come considera il Barcellona? Avrebbe preferito un esordio diverso?

“Il barcellona è una squadra immensa, campione in carica, hanno vinto le prime tre partite del campioanto, non serve dire molto su questa squadra, è una delle migliori. Domani giocheremo con umiltà e ambizione, vogliamo qualificarci e dobbiamo giocare bene le prossime sei partite”

La sconfitta in casa contro il Bayern, ha creato un contraccolpo in campionato. Questa partita serve per capire la crescita del campionato? (a De Rossi)
“L’anno scorso è stata una partita particolare, sicuramente i valori sono simili, parliamo delle due squadre più forti del mondo. Domani ci giocheremo una parte della qualificazione in coppa campioni consapevoli che non sarà decisiva ma importante, non possiamo pensare che il risultato di domani influisce sul nostro percorso in campionato, sono due cose diverse”.

Il modulo tattico della Roma è il 4-3-3. Contro il Barcellona vedremo una Roma diversa? (a Garcia)
“Se lo dico non è più una sorpresa! I giocatori sono mentalmente pronti abbiamo una rosa di qualità, con tutto il rispetto sono pronti a usare più di un modulo gioco, non abbiamo solo un piano ma almeno due, l’obiettivo è sempre lo stesso, fare un risultato”.

Lei pensa che fermando Messi la Roma avrà più opportunità? Puoi fermarlo e come? (a De Rossi)
Il barcellona è particolare perchè oltre a essere la squadra più forte come organico, ha il giocatore più forte del mondo. Dovremo stare molto attenti, il discorso non è battere il singolo ma fare una gara di sacrificio, aiutarsi perchè abbiamo visto che Messi salta diversi giocatori”

Che giocatore è Salah? (a Garcia)
“Sappiamo che è un ottimo giocatore, continua a imparare il gioco della squadra, ha velocità e tecnica e questo nel calcio moderno è importante per fare la differenza”.

Quanto può pesare l’assenza di Pjanic? (a Garcia)
“Ho una rosa ampia ma non faccio caso alle assenze, faccio tutto con i giocatori presenti, mi informo e sono vicino agli infortunati. Devo concentrarmi sui giocatori a disposizione e tirare fuori il meglio da loro”

Come definisce Leo Messi? Ha un piano contro di lui? (a Garcia)
“Ha risposto Daniele, non abbiamo un piano anti-Messi, sono d’accordo con lui, le cose si sistemano sul piano collettivo, non possiamo difendere per tutta la partita, ci sarà da soffrire ma dobbiamo attaccare per mettere in difficoltà la squadra. Non ci sono aggettivi per descrivere Messi, è uno dei migliori se non il migliore”.

La sua è una squadra che ama avere il controllo della palla mentre il Barcellona attuale gioca più in contropiede. Per domani ha pensato di stare dietro per attaccare in contropiede?

“Il Barcellona è una squadra di possesso ma che ha le qualità di velocità di attacco con Suarez e Neymar. Dobbiamo essere bravi a uscire quando si potrà anche se c’è la possibilità di prendere tutti al contrario. L’obiettivo è fare un risultato e lo faremo con la qualità della squadra sia in modo offensivo che difensivo. La loro grande qualità è riconquistare la palla dopo averla persa”

Domani ritroverai Luis Enrique, secondo te la Roma ha sbagliato ad aspettare o lui non era ancora pronto? ( a De Rossi)

“E lui che si è dimesso, non ha colpe la società. E’ stata una stagione particolare, fortunatamente altrove ha dimostrato che non era uno scemo come lo si voleva far passare qui a Roma. E’ capitato in una bella squadra, e sono contento perchè lui e il suo staff sono brave persone a prescindere da tutto. Sono contento che si stiano togliendo delle buone soddisfazioni. A parte domani sera faccio sempre il tifo per loro”.

Un video della conferenza Roma-Barcellona:

  •   
  •  
  •  
  •