Ronaldinho, addio al Fluminense. Scarpette appese al chiodo?

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Ronaldinho-in-action-for-001Si è chiusa ieri, dopo appena tre mesi, l’avventura di Ronaldinho al Fluminense. L’ex nazionale brasiliano ha ufficializzato sul suo profilo facebook la separazione dal club nel quale era arrivato lo scorso mese di luglio dopo la parentesi in Messico con il Queretaro.  Non sono ancora chiari i motivi che hanno spinto l’ex giocatore tra le altre di Barcellona, Paris Saint Germain e Milan, a rescindere il contratto con il Fluminense.

Ronaldinho, 35 anni, con la maglia della formazione di Rio de Janeiro ha disputato soltanto nove partite e nelle ultime tre uscite era stato sempre sostituito.  La decisione, improvvisa ed inaspettata, di Ronaldinho potrebbe celare anche l’intenzione del calciatore brasiliano di dire basta al calcio giocato.  ”  Sono molto orgoglioso di aver indossato questa maglia – ha scritto Ronaldinho nella sua pagina ufficiale di Facebook, indirizzata al presidente Peter Siemsen, al tecnico Eduardo Baptista e a tutti i tifosi – Oggi annunciamo la fine del rapporto di lavoro, ma non la fine di un rapporto importante, che è stato costruito con verità, rispetto ed onestà. Non sarò più in campo ma farò sempre il tifo per questo grande club, dal quale mi congedo con grande rispetto e gratitudine”.

Leggi anche:  Fiorentina: Prandelli stecca al debutto

 

  •   
  •  
  •  
  •