Stadio nuovo, Galliani e Fassone: “San Siro? Inter e Milan non litigano”

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

San Siro inter milan

INTER MILAN: SITUAZIONE STADIO Si fa sempre più intricata la vicenda legata al restauro di San Siro. I fatti sono ormai noti: il Milan lo scorso 7 luglio aveva ottenuto dalla Fondazione Fiera Milan l’ok per la riqualificazione dell’area del Portello, sul quale la società rossonera avrebbe dovuto costruire il nuovo stadio di proprietà, lasciando così l’Inter libera di gestire da sola San Siro ed avviare l’opera di restyling dell’impianto, riducendone la capienza dagli 80mila posti attuali ai 60mila previsti. Sennonché nelle ultime settimane sono sorti problemi relativi alla bonifica del terreno, problemi che hanno indotto il Milan ad abbandonare il progetto e costretto a ridiscutere coi cugini i termini della convenzione valevole fino al 2030. Da quel che trapelava, sembrava che il clima tra le parti fosse teso: l’Inter non voleva più saperne di dividere l’impianto coi rossoneri (al punto di ipotizzare la via di uno stadio alternativo); questi ultimi a loro volta non erano più convinti di traslocare. E’ di ieri infatti la notizia dell’incontro in Comune con l’assessore allo Sport Chiara Bisconti, in programma e saltato all’ultimo: al Comune andrebbero bene entrambe le soluzioni, sia quella dello stadio unico (San Siro) da ristrutturare, sia quella dei due stadi che comporterebbero ricavi doppi. A margine della presentazione della Tv della Lega di Serie A, si sono incontrati l’ad del Milan Adriano Galliani e il dg dell’Inter Marco Fassone per un dialogo chiarificatore che è servito a stemperare i toni della controversia. L’intenzione dei nerazzurri sarebbe ora di aspettare eventuali mosse del Milan.

La questione dello stadio non è di mia competenza, ma noi e l’Inter non possiamo che andare d’accordo – ha detto Galliani – Noi e l’Inter non possiamo permetterci il lusso di litigare. Io porto i giocatori dove mi dicono e per ora l’indirizzo è San Siro“. Accanto a Galliani era presente anche Fassone che ha commentato: “Non posso che essere d’accordo con Galliani“. L’amministratore delegato rossonero ha poi aggiunto: “Nessuna città europea ha la situazione di Milano in cui le due squadre hanno praticamente gli stessi numeri su ascolti, stadio e tifosi. Abbiamo gli stessi interessi, obiettivi e obiezioni. Se Inter e Milan fossero due aziende anziché due squadre di calcio, sarebbero aziende”. Dalle parole dei due dirigenti, sembra emergere quindi che, a meno di clamorosi sviluppi societari in casa rossonera, San Siro continuerà ad essere gestito da Inter e Milan.

  •   
  •  
  •  
  •