Torino, Cairo mantiene la calma: “Sono solamente due partite”

Pubblicato il autore: Patrick Iannarelli Segui

Torino, CairoSognare ed essere ottimisti. Ma sempre mantenendo i piedi per terra. Secondo il presidente del Torino Urbano Cairo, intervenuto durante Il processo del lunedì, trasmissione in onda su Rai 3, questo è il modo giusto per poter affrontare l’esaltante inizio di campionato: “La Juventus in fondo alla classifica? Sono solo due partite, le prime gare del campionato di solito non fanno testo. Siamo contenti, ma non dobbiamo esaltarci. Se fra dieci partite saremo messi ancora così bene, vedremo se puntare su qualche obiettivo più prestigioso“.

Torino, Cairo e la corsa scudetto

Il patron granata parla anche della squalifica della curva della Juventus dopo l’episodio della bomba carta durante l’ultimo derby della Mole: “Il tifoso che ha tirato la bomba è juventino, è una cosa nota. Secondo me è una polemica che è andata troppo per le lunghe”. Dopo aver chiuso il discorso squalifica, il presidente Cairo prosegue il suo intervento parlando della corsa scudetto: “Penso che la Juventus sia ancora favorita per la lotta scudetto, anche perché una squadra ben attrezzata con tanti buoni giocatori come Cuadrado ed Hernanes. Anche la Roma ha una rosa competitiva, sarà una bella sfida“. Nel finale sottolinea anche il suo modo di interagire con la squadra:”Colloqui con la squadra? Solo se me lo chiede il mister, altrimenti andrei a sovrappormi all’autorità del tecnico. Per quanto riguarda Maksimovic lo recuperiamo nel giro di due mesi, tornerà più forte di prima. Farà un grande campionato“.

Torino, Cairo aderisce all’ iniziativa Football Cares

Durante la trasmissione, Cairo ha assicurato di partecipare all’iniziativa lanciata dalla Roma, ovvero Football Cares. Una raccolta di fondi per aiutare i profughi che si stanno riversando in Europa a causa delle condizioni disagiate nel proprio paese. Promessa mantenuta dal patron granata e diffusa in mattinata dalla società giallorossa sui propri canali ufficiali.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: